I vari passaggi per sostituire il termostato della lavatrice nei modelli meccanici.
 
Nella lavatrice il termostato ha la funzione di far staccare la resistenza elettrica di riscaldamento, non appena l’acqua di lavaggio raggiunge la temperatura necessaria al ciclo impostato.

Il termostato è presente in tutte le lavatrici, vogliamo però in questo caso soffermarci su quello dei modelli meccanici, che per intenderci sono quelli più datati, di cui però in circolazione nelle case ce ne sono ancora tante e dove la sostituzione di questo elemento può risultare più semplice rispetto ai modelli elettronici.

Il termostato lo sappiamo tutti, è quel componente che a vista corrisponde alla manopola accanto al programmatore o timer, quella che a seconda del modello partendo da una gradazione pari a zero (freddo), presenta varie tacche con l’indicazione di una gradazione differente. A titolo di esempio possiamo trovare la sequenza freddo, 30, 40, 50, 60, 70, 80, 90 oppure freddo, 30, 40, 50, 60, 90. In ogni caso in presenza della manopola, anche se non sono indicate tutte le gradazioni, c’è da considerare che la posizione intermedia tra due numeri (gradi) della sequenza, restituisce una temperatura equivalente a detta posizione.

Nell’insieme si compone di tre elementi: la sonda di temperatura, un filo di collegamento ed il termostato vero è proprio.

La sonda è posizionata sopra la resistenza elettrica o comunque nelle sue immediate vicinanze, ed è inserita all’interna della vasca, laddove rileva la temperatura dell’acqua, che una volta raggiunta lo “comunica” disattivando il termostato e conseguentemente la resistenza di riscaldamento. Il filo ad essa collegato, percorrendo generalmente posteriormente, anche se la posizione può essere differente, raggiunge il termostato, che a sua volta internamente è fissato al telaio della lavatrice, da qui fuoriesce il perno sagomato, al quale si sovrappone la manopola, seguendo il verso dell’innesto, la quale girando si può posizionare sulla temperatura desiderata. Nella posizione di freddo il termostato è staccato, solo nel momento in cui la manopola viene girata, si avverte un click, che indica l’attivazione del termostato. Esso è alimentato tramite dei fili che si allacciano a dei collegamenti faston che sono rivolti dal lato interno della scatoletta metallica o lateralmente.

La descrizione appena fatta, è determinante per afferrare i passaggi e per identificare la posizione, che ci consente in caso di necessità di sostituzione di essere in grado di intervenire. Pertanto se l’acqua del lavaggio non viene più riscaldata è probabile (ci possono essere altre cause) che il termostato vada sostituito.

La prima cosa da fare è come sempre quella di togliere la corrente elettrica, per lavorare in totale sicurezza, successivamente va rimosso il coperchio della lavatrice in modo da avere libero accesso e visione dell’interno. A questo punto la prima cosa da fare, è quella di segnarsi i collegamenti elettrici che interessano il pezzo che vogliamo sostituire o fare una fotografia. Facciamolo anche se siamo convinti che non c’è bisogno in quanto lo ricordiamo!!

Successivamente e con la dovuta attenzione iniziamo con lo sganciare la manopola, solitamente è inserita a pressione, quindi basta una leggera forza per estrarla. A seguire dobbiamo svitare le viti che fissano la scatolina al telaio, i faston, e via via tutto fino a raggiungere la sonda, dotata di un guarnizione che la fissa all’interno della vasca, piano piano con una leggera pressione va estratta.

Con il vecchio elemento in mano, ci possiamo recare presso un rivenditore per trovare lo stesso modello di termostato ed una volta acquistato dobbiamo procedere con il processo inverso e rimontarlo.

 

 
articoli sul tema:
 
 
Spazio trasparente.


Una circostanza che frequentemente si può verificare nel non funzionamento di una lavatrice è quella relativa al blocco del cestello. Nel momento in cui viene impostato un ciclo di lavaggio dopo la consueta fase di carico dell’acqua, quando arriva il momento in cui dovrebbe iniziare a girare il cestello, resta fermo, non si muove.
 
 
Spazio trasparente.


Come tutte le componenti della lavatrice anche il contenitore del cassetto del detersivo può subire dei deterioramenti, quindi delle incrinature e spaccature, conseguentemente delle perdite di acqua o subire un accumulo di sedimenti che possono dare origine alla formazione di cattivo odore.
 
 
Spazio trasparente.


Un design assolutamente originale, caratterizzato da più varianti di colore (SILVER/NERO – SILVER/SILVER – SILVER/BLU) porta una nota di stile in ogni ambiente.
 
 
Spazio trasparente.


Una parola che molto recentemente è diventata di uso comune nel vocabolario giornaliero nel campo degli elettrodomestici è RAEE, ovvero rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche.
 
 
Spazio trasparente.


Indesit propone una gamma di ben 15 lavatrici a carica frontale, suddivise in tre linee differenti, ovvero la Innex, che rappresenta il top della gamma, la Prime, che si posiziona anch’essa ad un livello top e si identifica nel segmento delle lavatrici strette, e una più tradizionale, che propone una tecnologia molto avanzata.
 
   
 
 
 
 

Se non hai trovato quello che cercavi, se vuoi suggerire, commentare o aggiungere qualcosa compila il modulo.

supporto
 
 
 
 
 
 
Foto articolo.
 
 
 

 
Linea
 
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy linea lineaDisclaimerlineaContattacilineacanale you tubelineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.lineaiubendalinea
Linea
 
Torna su