I vari passaggi per identificare il timer, smontarlo e sostituirlo con uno nuovo.

Il timer meccanico è un componente che fino a qualche anno fa, veniva montato da tutte le lavatrici, oggi a seconda del modello di lavabiancheria è stato sostituito con quello elettronico o dal modulo elettronico (scheda). Tuttavia, sebbene le nuove lavatrici non lo hanno più, in circolazione ce ne sono ancora molte con programmazione meccanica, e quindi con detto timer. Potremmo definirlo il cuore della lavatrice, difatti esso ha il compito, seguendo una serie di passaggi, di condurre il ciclo di lavaggio fino al termine.

Il timer è formato da una scatoletta, solitamente chiusa da due fogli di bachelite, facilmente rimovibili. Al suo interno c’è una camma sagomata o più di una, una serie di ingranaggi ed un motorino elettrico, che è quella parte circolare che sporge dal dietro. All’esterno sono visibili una serie di contatti lamellati ed un’asta metallica, che esce dal davanti e che, quando il timer è fissato al telaio della lavatrice, dal di dentro, spunta sul cruscotto della macchina e vi si infila la manopola, quella da cui si seleziona il programma. Si può capire che un timer è meccanico in quanto la manopola gira solo in senso orario ed ad ogni pressione fa uno scatto.

Come dicevamo in precedenza, può essere considerato il cuore della lavatrice, perché da esso dipende il ciclo di lavaggio ed il susseguirsi delle diversi fasi del ciclo. Sostanzialmente nel momento in cui si imposta un programma, viene alimentato il motorino, che girando mette in funzione l’orologeria, un insieme di ingranaggi, che innestano il susseguirsi di una serie di passaggi, caratterizzati dalla gestione di una serie di contatti elettrici, che determinano i differenti movimenti del cestello e le diverse fasi del lavaggio. Il processo è semplicemente organizzato in modo tale che le varie fasi e posizione del timer, chiudono o aprono dei contatti elettrici, fornendo o non, corrente ai contatti lamellati, ai quali i fili collegati con i faston, consentono di condurla o non ad uno specifico componente e metterlo in funzione o no.

Dal suo processo di funzionamento, possiamo stabilire che una lavatrice meccanica, che ad un certo punto del lavaggio si blocca o che non inizia il lavaggio o non svolge alcune funzioni, potrebbe avere il timer rotto o difettoso.

Per verificare il funzionamento del timer, la prima cosa che possiamo fare è quella di, una volta avviato un programma, accostare l’orecchio vicino alla manopola ed ascoltare se il motorino elettrico entra in funzione, dovremmo sentire un leggero ronzio, se non si sente nulla significa che il motorino non funziona più.

Altra cosa da verificare è l’interno del timer, pertanto è necessario smontarlo dal suo fissaggio al telaio della macchina, avendo cura prima di farlo di segnarsi le posizioni dei vari collegamenti, o magari fargli una foto, in modo che possiamo rimontarli nel modo corretto.

Una volta smontato accediamo al suo interno rimuovendo i coperchi di bachelite o altro e verifichiamo se ci sono delle componenti rotte o che con il tempo si sono usurate. Ad esempio alcune camme o ingranaggi, potrebbero consumarsi e non consentire più il susseguirsi dei passaggi, inficiando il lavoro della lavatrice.

Il funzionamento del motorino può essere verificato, collegando due faston alle due lamelle che portano la corrente al motorino, si possono facilmente identificare in quanto per ognuno delle lamelle c’è un filo elettrico che arriva al motorino. Questa operazione deve essere fatta con attenzione in quanto si può prendere la scossa.

A questo punto se siamo in presenza ad una delle due condizioni, non ci resta che sostituirlo con un altro nuovo. Quindi è opportuno recarsi con il modello vecchio presso un rivenditore o comunque prelevare dalla targhetta, se ancora è attaccata, il modello.

Ultima pubblicazione: 04/05/2016
Condividi su FacebookCondividi su TwitterCondividi su RedditCondividi su WhathsappCondividi tramite email

Icona regione.
Igino da Eboli giorno 16/06/2021
Ho una lavatrice con timer meccanico marca Rex RLT 40. È possibile reperire un relativo timer meccanico nuovo o usato per sostituire quello attuale che a volte s'inceppa in qualche punto?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Igino, il codice del tuo timer è 1247060104, disponibile nuovo su mlservice.it.
 
 

Non hai trovato cosa cercavi? Suggerisci, commenta o aggiungi qualcosa: compila il modulo.

 
supporto
Ho letto ed accetto la privacy policy
 
 
Articoli correlati:
 
Immagine rappresentativa articolo.
L’errore E33 in una lavatrice a marchio Electrolux indica che c’è una incongruenza tra il livello di acqua misurato dal pressostato analogico e quello meccanico. Questo tipo di errore si verifica solo in quei modelli che sono dotati di due pressostati. Nella maggior parte dei casi le lavatrici ne possiedono uno solo, l’unico responsabile del rilevamento del livello di acqua all’interno della vasca.
 
 
Immagine rappresentativa articolo.
Quando giunge il momento di acquistare una lavatrice nuova, spesso non si pone attenzione alla forma del cestello di cui dispone. Si pensa, giustamente, al cestello come alla parte in acciaio dove riporre gli indumenti da lavare e lo si immagina come un contenitore tutto bucherellato! Questa è l'idea generalizzata e concretizzata nell'immaginario collettivo ed è esatta!
 
 
Immagine rappresentativa articolo.
Collegare in modo diretto il motore universale della lavatrice è una azione che può essere necessaria nel caso in cui ci sia un guasto che interessa la rotazione del cestello o meglio la non rotazione! Questa ovviamente è direttamente collegata al rotazione del motore che se non si avvia, non consente alla cinghia di trasmissione di far ruotare il cesto.
 
 
Immagine rappresentativa articolo.
A tanti è capitato di vedere come è fatta una lavatrice al suo interno ed in particolar modo di soffermarsi su come il motore è collegato alla crociera. Il motore è posizionato nella parte bassa del telaio, e da una sua estremità sporge l’albero al quale si aggancia la cinghia che a sua volta si collega alla crociera.
 
 
Immagine rappresentativa articolo.
Il nemico numero uno per la lavatrice, ma questo vale anche per la lavastoviglie, ed in generale per tutti gli elettrodomestici che vengono a contatto con l’acqua, è il calcare, che inesorabilmente dai primi utilizzi dell’apparecchio inizia la sua azione di deposito su alcuni componenti.
 
 
Immagine rappresentativa articolo.
Le anomalie di funzionamento delle lavatrici a marchio Hoover e Candy, lo ricordiamo appartengono allo stesso produttore, quindi impiegano una tecnologia comune, vengono, se siamo in presenza di modelli con il display digitale, espresse con un codice alfanumerico o, se in presenza di display con i led, comunicati tramite dei lampeggi.
 

Linea
lineaPrivacy PolicylineaCookie PolicylineaDisclaimerlineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.linea
Linea