Come capire se su una vasca è possibile effettuare la sostituzione dei cuscinetti.

Abbiamo visto nell’articolo “gruppo vasca lavatrice rotta” come intervenire per il recupero della lavatrice, vediamo ora come procedere e come capire su quali modelli di lavatrice possiamo sostituire i cuscinetti.

Intanto per una comprensione maggiore è importante stabilire con precisione cosa sono e qual è il loro compito. I cuscinetti con precisione sono due, uno che si trova dal lato interno della vasca e l’altro dal lato esterno, ed attraverso di essi passa in perno della crociera fissata al cestello. I cuscinetti sono due per dare tenuta e stabilita al cestello. Il perno che li trapassa esce all’esterno della vasca ed alla sua estremità si fissa la puleggia, che poi collegata al motore tramite la cinghia consente al cestello di girare.

Ora il cuscinetto dal lato interno è isolato dalla vasca e quindi dal contatto con l’acqua da un paraolio, ovvero una membrana di gomma che lo protegge, mentre dalla parte esterna è sostanzialmente libero.

Quando si rompono i cuscinetti la causa è da ricondurre al fatto che ad uno o all’altro o ad entrambi sia arrivata dell’acqua, solitamente questo avviene dalla parte interna, dove il paraolio si è rotto consentendone il passaggio. Conseguentemente inizia ad arrugginirsi e chiaramente tutti i pallini che sono all’interno non permettono più la rotazione fino a bloccarla o rompendosi girando male e mandando fuori asse il cestello.

Prima di vedere come sostituirli, è importante cogliere i segnali che la lavatrice ci restituisce a tal proposito, così da poter intervenire quando ancora il danno non è grave. Si perché se non si interviene potremmo ritrovarci con tutto il gruppo vasca rotto.

Si capisce che i cuscinetti si stanno iniziando a rompere quando girando con la mano il cestello, dando un colpo forte, chiaramente senza carico, avvertiamo un rumore metallico. Normalmente il cestello gira senza nessun rumore o al massimo un leggero soffio.

Assicuratoci che i cuscinetti sono in via di rottura, dobbiamo vedere se è possibile sostituirli, questo può avvenire se la vasca è apribile. Quindi dobbiamo come prima cosa togliere il coperchio della lavatrice ed osservare se la vasca è formata da due pezzi uniti con delle viti o in modelli più vecchi ci può essere un corpo quasi unico con un coperchio alla fine fissato con un anello, che si avvita.

Dato per buono che siamo in presenza di una vasca apribile, bisogna procedere con lo smontaggio dei vari componenti della lavatrice, al fine di ritrovarci con la vasca aperta ed il cestello tirato fuori. Nella parte di dietro della vasca ci sono i cuscinetti incastrati. Per toglierli con un cacciavite a taglio iniziamo con l’estrarre il paraolio in gomma, se ne viene molto facilmente e poi posizioniamo la vasca con il buco dove ci sono i cuscinetti rivolto verso l’alto, a questo punto infiliamo, con la testa rivolta verso il basso, uno scalpello abbastanza grosso, all’interno del buco del primo cuscinetto, fino a farlo arrivare sulla circonferenza del secondo, diamo dei colpi prima da un lato poi dall’altro fino a che il cuscinetto non esce fuori. Lo stesso faremo per l’altro girando chiaramente la metà vasca.

Acquistati i ricambi, quindi i due cuscinetti ed il paraolio, inseriamoli nuovamente. Prima di metterli utilizziamo un po’ di grasso sul bordo del foro per agevolare l’inserimento e diamo dei colpi con una mazzetta. Richiudiamo la vasca, facendo attenzione che nel caso dei modelli con tenuta ad anello è opportuno mettervi un po’ di silicone, la guarnizione che c’è all’interno può perdere in quanto si può essere leggermente deformata con il tempo e con l’apertura non adagiarsi perfettamente.

Rimontiamo tutti i componenti e buon lavaggio.

Ultima pubblicazione: 06/11/2016
Condividi su FacebookCondividi su TwitterCondividi su RedditCondividi su WhathsappCondividi tramite email

Icona regione.
Giovanni da Camaiore giorno 09/02/2017
Nel garage tengo una vecchia lavatrice Rex, modello D400TX anni 90 all'incirca, che utilizzo per lavare gli indumenti da lavoro. Ultimamente sta iniziando a fare strani rumori quando gira il cestello, soprattutto in fase di centrifuga si sente un rumore simile ad un treno. Potrebbero essere i cuscinetti ormai usurati? Preferirei ripararla perché mi dispiacerebbe rovinare una lavatrice più nuova per lavare delle tute di mio padre che fa il muratore, e tali tute sono quasi sempre piene di residui di calce e collanti vari, o per lavare le mie tute di quando lavoro nei giardini, piene di schizzi d'erba o residui di segatura appiccicati che ci vuole un po' a rilavarli e rischiare di danneggiarla quasi subito. Anche girando il cestello con le mani si sentono degli strani rumori. Dunque vorrei sapere quanto può essere approssimativamente il costo dell'acquisto dei nuovi cuscinetti (che potrei provvedere a sostituire da solo).
 
Icona elettro-domestici.com
 
Si tratta sicuramente dei cuscinetti usurati, il costo può variare dalle 20,00 alle 35,00 euro, dipende dal tipo di cuscinetti che monta. Visto che sei pratico, ti conviene smontarli e poi trovare il ricambio, da rivenditori di ricambi per elettrodomestici o anche presso i ricambisti d’auto, potrebbero costarti anche meno.
 
 

Non hai trovato cosa cercavi? Suggerisci, commenta o aggiungi qualcosa: compila il modulo.

 
supporto
Ho letto ed accetto la privacy policy
 
 
Articoli correlati:
 
Immagine rappresentativa articolo.
La prima azione che compie la lavatrice prima di avviare il ciclo di lavaggio è chiudere il bloccoporta, quindi serrare lo sportello per evitare che questo si possa aprire durante il ciclo.
 
 
Immagine rappresentativa articolo.
Quando si verifica un malfunzionamento, la lavatrice restituisce un codice di errore che consente di identificare quale parte ne è interessata. Abbiamo già trattato la descrizione dei codici di errore delle lavatrici Whirlpool, in due distinti articoli, uno che interessava quelle con i led, ed un altro quelle con il display di vecchia produzione.
 
 
Immagine rappresentativa articolo.
Risaputo è, che l'impiego dell'ammorbidente nella lavatrice restituisce indumenti morbidi e profumati! Chi, non vuole indossare abiti oltre che puliti intrisi del profumo di un buon ammorbidente? Ma accidenti, abbiamo utilizzato una fragranza buonissima, ma gli abiti non profumano! Cosa è successo? L'ammorbidente non funziona? Dopo un'attenta indagine si scopre che, dopo aver dato l'avvio del programma, aprendo lo scomparto che lo contiene, l'ammorbidente non c'è più! Forse non si doveva ancora versare? Ma quando si mette l'ammorbidente nella lavatrice? Molto probabilmente hai usato i giusti tempi, ma qualcosa sta andando storto, scopriamo cosa e vediamo cosa fare.
 
 
Immagine rappresentativa articolo.
Iniziamo togliendo l’imballo che protegge la lavatrice e verifichiamo la presenza di eventuali ammaccature, nel caso presenti è preferibile non procedere con l’installazione e contattare il rivenditore, in modo tale da poter concordare una soluzione per come meglio affrontare la problematica.
 
 
Immagine rappresentativa articolo.
La lavatrice come gli altri elettrodomestici nasce per un impiego casalingo, un apparecchio destinato ad essere utilizzato all’interno dell’ambiente domestico. Normalmente nelle abitazioni c’è uno spazio lavanderia, destinato ad accoglierla, o un bagno dopo poterla sistemare o comunque uno spazio dove localizzarla.
 
 
Immagine rappresentativa articolo.
Quando si parla di elettrodomestici in caso di guasto a volte si tira in ballo il filtro antidisturbo spesso anche definito condensatore antidisturbo o filtro di rete, anche se non è il termine più appropriato! Ma cosa disturba? Sicuramente il possessore della lavatrice, lavastoviglie o asciugatrice che non va, se esso non funziona! Ma a parte le battute, vediamo di comprendere la sua funzione al fine di potere valutare eventuali malfunzionamenti di un elettrodomestico e ripristinarne il buono stato.
 

Linea
lineaPrivacy PolicylineaCookie PolicylineaDisclaimerlineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.linea
Linea