Spazio trasparente.
 
Sostituire un impianto di condizionamento solo freddo con un modello a pompa di calore.
 
Foto articolo.
Ci sono molti impianti di condizionamento più o meno recenti che sono di solo raffreddamento, installati logicamente per soddisfare questa specifica necessità, che però nell’arco del tempo è cambiata, necessitando anche del riscaldamento, e pertanto ci si trova nell’esigenza di avere un impianto capace di assolvere anche a questo compito.

A tal proposito ci viene spesso chiesto se è possibile sostituire una sola delle due componenti, motore o split, per rendere perseguibile il risultato.

La risposta è no, ma vediamo nel concreto perché non si può effettuare e cosa potrebbe fare.

Sostituire una delle due componenti è una strada non perseguibile in quanto, ognuna delle due parti è progettata per funzionare solo in quella modalità. È presenta una sola linea frigorifera, solo freddo, ed il flusso del gas refrigerante segue solo ed esclusivamente il medesimo percorso nello stesso verso. In un sistema a pompa di calore le linee frigorifere sono due, ed in base alla modalità impostata il flusso viene invertito veicolando il calore verso l’esterno o verso l’interno a seconda che funzioni rispettivamente in modalità di raffreddamento o di riscaldamento.

Quindi da un punto di vista pratico non è proprio possibile collegare uno split in pompa di calore con un motore solo freddo e viceversa, mancano gli attacchi delle mandate del gas.
Quindi se si è nella necessità di sostituire un impianto solo freddo con una pompa di calore è necessario sostituire entrambe le componenti. Quello che possiamo recuperare, in taluni casi, è una parte del vecchio impianto, ovvero la linea frigorifera esistente, lo scarico della condensa, e certamente le staffe per fissare il motore del condizionatore.

Per quanto riguarda la line frigorifera, tuttavia è necessario fare una precisazione, nel senso che in base al tipo di tubatura utilizzata ed al tipo di gas che il vecchio impianto utilizzava, bisogna considerare la sua compatibilità con il nuovo impianto. Quindi è importante che i due sistemi utilizzino dei gas uguali. Anche in questo caso comunque sarà necessario da parte del tecnico installatore una verifica dello stato della tubatura, e necessaria una azione di pulizia di residui del vecchio impianto.

Ad ogni modo è comunque preferibile, considerata la necessità di passare il secondo tubo per il gas, di sostituire anche quello presente. In buona sostanza per passare da un vecchio impianto di condizionamento solo freddo ad uno in pompa di calore è necessario sostituire tutto.

articoli sul tema:
 
 
Spazio trasparente.
Il condizionatore portatile è quasi sempre impiegato nella stagione estiva per sconfiggere la calura, difatti nasce principalmente per tale scopo e nella stragrande maggioranza i modelli sono dotati della funzione di raffreddamento, ventilazione e di deumidificazione.

Pubblicato:
giovedì 22 ottobre 2015
 
 
Spazio trasparente.
Tre linee di condizionatori portatili dal design tutto italiano per la Argo, tre le linee con caratteristiche molto particolari e in alcuni casi uniche. La linea Extreme, la Dados e la Over.

Pubblicato:
giovedì 12 febbraio 2015
 
 
Spazio trasparente.
Dopo anni di onorato servizio, magari in pieno caldo quando la sua funzione è più che mai desiderata, il climatizzatore smette di funzionare. Eseguito qualche tentativo per rianimarlo, non c’è proprio niente da fare se non procedere alla sua sostituzione con un modello di nuova generazione.

Pubblicato:
giovedì 9 giugno 2011
 
 
Spazio trasparente.
Tutti i climatizzatori d’aria sono forniti di un sistema di filtraggio di base, essenziale per un loro corretto funzionamento, e predisposti per l’inserimento di altri filtri speciali, che hanno la capacità a seconda della loro natura di trattare l’aria ancora più in profondità e renderla ancora più sana e respirabile.

Pubblicato:
lunedì 3 gennaio 2011
 
 
Spazio trasparente.
Ci sono molti impianti di condizionamento più o meno recenti che sono di solo raffreddamento, installati logicamente per soddisfare questa specifica necessità, che però nell’arco del tempo è cambiata, necessitando anche del riscaldamento, e pertanto ci si trova nell’esigenza di avere un impianto capace di assolvere anche a questo compito.

Pubblicato:
mercoledì 20 giugno 2018
 
 
Spazio trasparente.
Dopo anni di non regolamentazione dell’installazione, della manutenzione e del controllo dei condizionatori domestici, a partire dal 1 gennaio 2015 entra in vigore il regolamento dell’ Unione Europea n° 517 del 16 aprile 2014, che regola in generale gli impianti termici, anche se in questo articolo ci soffermeremo sugli aspetti che riguardano gli split domestici.

Pubblicato:
lunedì 22 giugno 2015
 
 
Spazio trasparente.
Ogni ambiente, in base al suo carico termico, a parità di metri cubi, può necessitare per essere raffreddato o riscaldato di un climatizzatore con diversa potenza. Calcolarla, se non si possiede la minima preparazione in merito ai carichi termici ed a tutti i fattori che possono determinare un carico di calore maggiore o minore, diventa impossibile.

Pubblicato:
domenica 25 marzo 2012
 
 
Spazio trasparente.
Abbiamo già avuto modo di conoscere la Trotec, per l’ampia ed efficiente gamma di deumidificatori, in questo articolo invece affrontiamo l’argomento condizionamento ed in particolare ci addentriamo alla scoperta dei condizionatori portatili di questo marchio tedesco.

Pubblicato:
martedì 17 marzo 2015
 
 
Spazio trasparente.
La scelta di un climatizzatore non è sempre particolarmente facile, ci si perde in una vastità di modelli con caratteristiche tecniche diverse, che ci disorientano. Tralasciando le diverse caratteristiche, analizziamo una tipologia di climatizzatore che sul mercato riscontra una considerevole curiosità, il dual split, trial split, o in generale il multi split.

Pubblicato:
mercoledì 2 marzo 2011
 
 
Spazio trasparente.
La scelta del climatizzatore passa attraverso una serie di considerazioni, che vanno dalla marca, alle funzioni particolari di cui possono essere dotati, alla classe di consumo, al prezzo ed a tanti altri fattori tutti di grande importanza. Tra questi ce n’è uno che viene considerato, ma in tanti casi la sua valutazione è effettuata in modo un po’ generico, stiamo parlando della potenza termica.

Pubblicato:
domenica 10 ottobre 2010
 
 
 
 
Linea
 
lineaPrivacylineaDisclaimerlineaContattacilineaGoogle PublisherlineaFan Page FacebooklineaCopiright.lineaiubendalinea
Linea
 
Torna su