Spazio trasparente.
 
Dove è posizionata e come si effettua la sostituzione della resistenza a flusso continuo della lavastoviglie.
 
Foto articolo.
Per ottenere una buona qualità di lavaggio, la lavastoviglie ha la necessità di riscaldare l’acqua e per farlo al suo interno è presente una componente che definiamo resistenza di riscaldamento.

In realtà dobbiamo fare una distinzione tra la resistenza classica, che è il modello a serpentina che rimaneva a vista all’interno della vasca della lavastoviglie:

resistenza

Ed il modello a flusso continuo, che troviamo montato in tutti i nuovi modelli di lavastoviglie.

resistenza

In questo caso l’acqua passa attraverso il condotto della resistenza e viene riscaldata e pertanto giunge all’interno della vasca calda.

In questo articolo ci soffermiamo sul secondo tipo, quello diffusamente presente, per capire come fare a sincerarsi del suo buono stato, a determinare dove è posizionato, come raggiungerlo e come procedere alla sostituzione.

Per verificare se la resistenza è funzionante la prima cosa che dobbiamo fare è di poterla ispezionare, pertanto abbiamo la necessità di raggiungerla praticamente, questo chiaramente lo faremo nel momento in cui la lavastoviglie ci segnala un codice di errore o semplicemente notiamo che l’acqua del lavaggio non è calda.

Quindi dopo averla scollegata dalla rete idrica, tolto lo scarico e staccato la spina elettrica, la corichiamo sul retro. In questo frangente è opportuno procurarsi degli stracci per asciugare l’eventuale acqua residua che andrà a finire sul pavimento.

Una volta coricata, dobbiamo svitare le viti che fissano il pannello nella parte inferiore del mobile, rimosse portiamo lentamente il pannello verso l’esterno facendo attenzione alla presenza della vaschetta antiallagamento e del relativo galleggiante, collegato da due morsetti, che dobbiamo staccare per poter togliere completamente il pannello.

A questo punto possiamo avere accesso a tutta la componentistica della macchina e possiamo vedere chiaramente la resistenza a flusso continuo, ma non possiamo ancora toglierla in quanto solitamente c’è qualcosa montato sopra, di solito la pompa di scarico. Rimuoviamo le viti che fissano quest’ultima e poi possiamo procedere a sganciare la resistenza. Tale operazione oltra alla rimozioni delle viti di fissaggio, comporta sganciare le molle che tengono agganciati i tubi flessibili. Infine possiamo procedere con la sostituzione del pezzo di ricambio che lo ricordiamo per sceglierlo è necessario avere dei riferimenti chiari.

articoli sul tema:
 
 
Spazio trasparente.
Ogni modello di lavastoviglie Hotpoint Ariston è progettata per indicare in caso di un’anomalia di funzionamento, attraverso il display led o tramite le spie di funzionamento il difetto riscontrato.

Pubblicato:
giovedì 10 luglio 2014
 
 
Spazio trasparente.
Un’anomalia che non di rado si verifica nel funzionamento della lavastoviglie è quella relativa al fermo del programma dopo la fase di carico dell’acqua di lavaggio. La prima parte del ciclo si svolge in modo regolare, ovvero viene attivata la pompa di scarico iniziale e poi segue il caricamento dell’acqua per alcuni minuti.

Pubblicato:
lunedì 6 febbraio 2017
 
 
Spazio trasparente.
Come per altri marchi di cui abbiamo già parlato, anche per le lavastoviglie della Whirlpool, nel momento in cui si è in presenza di un cattivo funzionamento, si è spesso al cospetto di un guasto del sistema, che viene segnalato dalla macchina attraverso un codice visualizzato sul display o tramite dei lampeggi dei led.

Pubblicato:
giovedì 5 luglio 2018
 
 
Spazio trasparente.
Quando viene effettuato un ciclo di lavaggio, nella lavastoviglie, chiaramente deve essere inserito del detersivo specifico, per rendere l’azione di pulizia efficace. Il detersivo si inserisce in un apposito contenitore che è posizionato nella parte interna dello sportello.

Pubblicato:
domenica 16 gennaio 2011
 
 
Spazio trasparente.
È a conoscenza diffusa, che per un corretto funzionamento della lavastoviglie deve essere inserito al suo interno il sale. Sul fondo della vasca c’è un contenitore, sigillato con un tappo a vite, che una volta rimosso dona l’accesso al contenitore, nel quale, con un apposito imbuto in dotazione alla lavastoviglie al suo acquisto, si può versare comodamente il sale.

Pubblicato:
giovedì 26 aprile 2012
 
 
Spazio trasparente.
Un difetto di funzionamento abbastanza diffuso nella lavastoviglie è il mancato scarico dell’acqua. Tale difetto, può avere origini di natura meccanica oppure elettronica, in quest’ultimo caso o è la scheda fuori uso o un componente elettronico della stessa, che si è bruciato ed impedisce alla scheda di inviare l’impulso alla pompa per lo scarico.

Pubblicato:
giovedì 13 settembre 2018
 
 
Spazio trasparente.
Abbiamo visto nell’articolo precedente che il mancato riscaldamento dell’acqua può dipendere dalla resistenza o dalla scheda elettronica, in questo analizzeremo la terza causa del mancato riscaldamento, ovvero il termostato.

Pubblicato:
domenica 9 settembre 2018
 
 
Spazio trasparente.
Avvertire una scossa di elettricità, nel momento in cui si viene a contatto con la lavatrice o la lavastoviglie, è un avvenimento poco piacevole, che ci indica che siamo in presenza di una anomalia. La scossa è avvertita solitamente nel momento in cui, soprattutto in presenza di mani bagnate, si urta il mobile o magari quando dopo aver aperto l’oblò della lavatrice, tocchiamo gli indumenti bagnati.

Pubblicato:
venerdì 10 febbraio 2017
 
 
Spazio trasparente.
Tralasciando tutte le differenze tecniche e di programmazione che possono essere determinanti per scegliere una lavastoviglie piuttosto che un’altra, vediamo di capire quale è più performante riferendoci ai dati che per normativa devono essere esposti sul prodotto.

Pubblicato:
domenica 20 novembre 2011
 
 
Spazio trasparente.
Le pale o giranti sono una componente essenziale della lavastoviglie, e la loro efficienza e buono stato sono la garanzia per ottenere un corretto e buon risultato di lavaggio. Se la loro azione viene in qualche modo impedita, quindi non è consentito loro di girare correttamente, magari perché un mestolo si è messo di traverso, o perché i buchi si sono otturati totalmente o parzialmente a causa di residui di lavaggio o per il calcare..

Pubblicato:
sabato 8 settembre 2018
 
 
 
 
Linea
 
lineaPrivacylineaDisclaimerlineaContattacilineaGoogle PublisherlineaFan Page FacebooklineaCopiright.lineaiubendalinea
Linea
 
Torna su