Icona accesso.
 
 
 
 
 
 

Come effettuare la regolazione del minimo del forno a gas.

Nel momento in cui viene eseguita una trasformazione di gas nel forno, quindi nel passaggio da metano a Gpl o viceversa, è necessario effettuare la regolazione del minimo.

Questa operazione non è particolarmente complicata, tuttavia bisogna conoscere i passaggi per poterla eseguire al meglio. Il minimo viene regolato per mezzo di una vite che è posta accanto al rubinetto di mandata del gas. Questa potrebbe essere raggiungibile senza smontare il forno, ma in molti casi è necessario farlo.

Intanto se siamo in presenza di un forno che ha anche la parte elettrica, stacchiamo la corrente per sicurezza. Successivamente estraiamo le manopole, per farlo dobbiamo esercitare una pressione verso l’esterno. Una volta fatto smontiamo il frontalino, in modo da poter accedere alla parte ad esso sottostante.

Se abbiamo agito correttamente dovremmo trovarci davanti ad una immagine come questa:

regolazione minimo forno

Possiamo notare sulla sinistra dell’asticella dove si infila la manopola una piccola vite a taglio. Su questa dobbiamo agire per regolare il minimo del forno.

A questo punto inseriamo la manopola sull’asta  del rubinetto ed accendiamo il forno alla massima potenza per circa 10 o 15 minuti. Trascorso questo tempo, giriamo la manopola sulla posizione di minimo e successivamente, stiamo passando al gas gpl avvitiamo la vite fino a che la fiamma non si è abbassata e si presenta stabile. Ricordiamo che in questa operazione la fiamma deve comunque toccare la valvola di sicurezza in modo tale da poter rimanere accesa regolarmente.

A questo punto non ci resta che rimontare tutte le componenti al loro posto ed abbiamo terminato la regolazione del minimo.

Questi passaggi potrebbero tuttavia, anche se la fiamma è visibile attraverso la parte in lamiera che ricopre il fornello del forno, non consentire totalmente di verificare alcune condizioni, quali l’altezza della fiamma sul  minimo e la battuta della fiamma sulla termocoppia. Pertanto per essere certi del lavoro, potremmo eseguirlo, esattamente come descritto in precedenza, ma togliendo la lamiera che ricopre la piastra. In questo modo potremmo vedere la fiamma nella sua interezza e regolarci perfettamente.

 
Condividi su FacebookCondividi su TwitterCondividi su RedditCondividi su WhathsappCondividi tramite email
 

 
 
 
 
 
 
 

Non hai trovato cosa cercavi? Suggerisci, commenta o aggiungi qualcosa: compila il modulo.

supporto
 
 
Altri articoli che ti potrebbero interessarti:
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Pulire l’interno del forno è una operazione che deve essere eseguita al termine di ogni cottura, dopo che le pareti e tutta la cavità interna si è raffreddata. Farlo subito consente una maggiore facilità di pulizia in quanto eventuali residui e schizzi di cibo sulle superfici interne sono ancora fresche e pertanto si rimuovono molto più facilmente.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

In un forno da incasso, oltre a trovare la ventola interna alla muffola, che ha la funzione di distribuire uniformemente il calore prodotto dalle resistenze, il suo funzionamento a seconda del modello di forno può essere abbinato ad una o più resistenze in funzione, possiamo trovare anche quella tangenziale.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

I piani cottura in vetroceramica possono essere dotati di diversi sistemi per generare calore, in questo articolo approfondiamo la tecnologia ad induzione.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Negli ultimi anni la cucina a libera installazione ed anche i piani di cottura da incasso hanno subito un cambiamento per quanto riguarda la proposta dei fuochi a gas per la cottura.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Abbiamo visto in un articolo precedente come procedere nell’installazione di una cappa filtrante a parete per cucina, ovvero il modello che si aggancia alla parete e nella parte superiore è presente una colonna o tubo puramente estetico.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Un forno elettrico, come base, al suo interno dispone di una resistenza posta sul fondo ed una posta nella parte superiore. Esse a seconda delle impostazioni di cottura possono funzionare contemporaneamente oppure singolarmente. Di norma la cottura tradizionale esige il funzionamento contemporaneo, al fine di avere un calore uniforme, mentre il funzionamento singolo è impiegato per terminare la cottura o per pietanze particolari che necessitano di una cottura differenziata.
 
 
 
 
 
 
 

 
Linea
 
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy lineaDisclaimerlineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.linea
Linea