Icona accesso.
 
 
 
 
 
 

Elementi interessati per l’errore F04 in una lavatrice Whirlpool.

L’errore F04 restituito sul display digitale della lavatrice Whirlpool, parliamo dei modelli più recenti, indica il difetto del mancato riscaldamento dell’acqua. Ci possiamo rendere conto che il difetto è questo, in quanto se tocchiamo l’oblò è freddo.

Il comportamento della lavatrice dopo aver avviato il ciclo di lavaggio è del tutto normale, viene caricata l’acqua ed inizia ad eseguire le consuete rotazioni del cestello. Tutto sembra procedere in modo regolare, fino al punto in cui improvvisamente si blocca con l’errore sul display.

In effetti l’errore non viene restituito immediatamente, in quanto l’elettronica è impostata in modo da restituire il difetto, solo dopo che è trascorso un tempo massimo previsto e l’acqua non si è riscaldata, normalmente trascorrono dai 40 ai 50 minuti (time out).

In presenza dell’errore le parti interessate e che pertanto possono impedire il riscaldamento sono: la resistenza, la sonda NTC, i collegamenti elettrici, i cablaggi ed infine ma non meno importante la scheda elettronica.

Per eseguire le verifiche la prima cosa che è necessario fare è staccare la corrente elettrica ed accedere alla parte posteriore della lavatrice, quindi rimuovere le viti che fissano il pannello posteriore ed il pannello stesso. Ora abbiamo accesso ad una parte degli elementi che è necessario controllare.

La prima ispezione è relativa all’innesto dei connettori o spinotti, nei relativi innesti, pertanto verifichiamoli sulla resistenza e sulla sonda NTC, che è infilata all’interno della resistenza, possiamo anche estrarli e reinserire nuovamente così da essere certi del loro innesto. In questo frangente ispezioniamo i cablaggi, controlliamo che nel percorso almeno fino a quando riusciamo a seguirli con la vista e poi con il tatto siano integri.

Con l’ausilio di un tester controlliamo i valori della resistenza, quindi posizioniamo la scala degli Ohm sulla scala più bassa (200), e posizioniamo i puntali sui due innesti, ci deve essere restituito un valore che oscilla tra i 20 ed i 30 Ω (Ohm). In caso contrario la resistenza non ha continuità elettrica, quindi non è funzionante.

Passiamo al controllo della sonda. Dobbiamo posizionare i due puntali del tester, dopo averlo posizionato su una scala di 200kΩ, sui due innesti della sonda ed il valore che ci deve essere restituito è di circa 20kΩ. Questo valore ci viene restituito nel momento in cui la sonda è a temperatura ambiente, diversamente nel momento in cui la sonda si riscalda il valore cambia, diminuisce, pertanto è importante stabilire se questo avviene durante il lavaggio e per simularlo, riscaldiamo la punta della sonda, quindi per riprodurre il contatto con l’acqua calda, con le mani o avvicinando una fonte di calore, dobbiamo, sempre con i puntali a contatto, lo scalare del valore.

Terminati i controlli da questo lato della lavatrice, dobbiamo accedere alla scheda elettronica ed alla verifica degli innesti dei cavi di collegamento tra scheda e resistenza e sonda, ed allo stesso tempo cerchiamo di verificare se i cablaggi che raggiungono la scheda, sono integri.

La scheda è posizionata sotto il cruscotto, proprio dove c’è il pomello centrale dei programmi. Per accedervi vanno rimosse le viti, che fissano il top, e successivamente quelle che fissano il cruscotto, estratto il cassetto detersivo, e le viti che fissano il cruscotto, poi si può estrarre.

Se tutti i connettori sono al loro posto, possiamo solo per prova estrarli e reinserirli, ed eseguiamo una prova di funzionamento. Se il difetto è ancora presente, passiamo togliamo tutti i connettori dalla scheda e la estraiamo. La togliamo dal suo contenitore e la ispezioniamo prima visivamente alla ricerca di qualche componente bruciato, successivamente testiamo i componenti che possono essere misurati.

 
Condividi su FacebookCondividi su TwitterCondividi su RedditCondividi su WhathsappCondividi tramite email
 

 
 
 
 
 
 
 

Non hai trovato cosa cercavi? Suggerisci, commenta o aggiungi qualcosa: compila il modulo.

supporto
 
 
Altri articoli che ti potrebbero interessarti:
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

La lavatrice è fatta da un mobile in metallo al cui interno ci sono una serie di componenti che consentono il suo funzionamento. Sia che si tratti di un modello con la carica frontale o dall'alto, al suo interno c'è il cestello. Un un cilindro in acciaio orizzontale nel primo caso, verticale nel secondo, che presenta una estremità aperta o apribile, dalla quale si inseriscono gli indumenti.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Originariamente la lavatrice aveva una misura vicina ad uno standard di 60 cm di profondità, nel corso del tempo, con il cambiare delle esigenze, degli spazi in casa e con la necessità di dover integrare in modo armonioso la lavatrice in un contesto d’arredo, si sono diffuse lavatrici con profondità ridotte, in questo caso parliamo di misure che vanno dai 40 cm fino ai 45 cm, e con una conformazione estetica molto gradevole.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

L’errore F01 nella lavatrice a marchio Whirlpool, appartenente alla linea Wave, è originato da un difetto relativo all’acqua e nello specifico al caricamento della stessa.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Abbiamo già visto in un articolo precedente le misure che ha una lavatrice da incasso e come procedere alla sua installazione all’interno del mobile della cucina. Esse nascono essenzialmente per essere inserite in quegli spazi a vista, dove non si vuole che si veda e pertanto coperta da uno sportello.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

All’interno del cestello della lavatrice a seconda del modello sono presente tre o quattro trascinatori asimmetrici, che hanno la funzione di muovere i tessuti durante le rotazioni del cestello ed allo stesso tempo essendo forati, riempirsi di acqua nel momento in cui si trovano nel lato inferiore e rilasciarla per caduta, quando sono nella parte alta.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Abbiamo già visto in articolo precedente i diversi tipi di filtro di cui può essere dotata una lavatrice e la posizione in cui ognuno di essi è posto. Ora invece vedremo come eseguirne la pulizia e capire perché è necessario eseguirla in modo periodico al fine di mantenere il corretto funzionamento della lavatrice.
 
 
 
 
 
 
 

 
Linea
 
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy lineaDisclaimerlineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.linea
Linea