Icona accesso.
 
 
Spazio trasparente.
Spazio trasparente.
 
 
 
 
 
 

Discesa di classe con la nuova etichetta energetica della lavastoviglie.

 
Giorno 1 marzo 2021 è la data che vede l’entrata in vigore della nuova regolamentazione energetica di alcuni elettrodomestici, tra i quali la lavastoviglie, che la vede oggetto di modifiche.

Il passaggio non sarà immediato, ma prevede un lasso di tempo nel quale saranno a disposizione del consumatore entrambe le tabelle energetiche, al fine di poter rendersi conto delle differenze delle stesse e comunque consentire una valutazione del prodotto senza incorrere in disorientamenti.

La confusione potrebbe nascere, non tanto da un nuovo aspetto e dall’introduzioni di nuovi pittogrammi ed altro, bensì da una riscalatura delle classi, che vede abbandonare le consolidate A+++, A++, ed A+, stabilendo una scala, che in realtà è un ritorno alla prima stesura, che va dalla A alla G. In aggiunta ci sarà una perdita di posizione importante di classe, che ci farà trovare dei prodotti in classe A+++ in discesa di più posizioni, ad esempio in classe D.

Se il passaggio avvenisse in modo netto, quindi eliminando la vecchia Energy Label, a vantaggio dell’esposizione della nuova, chi si troverebbe ad acquistare una lavastoviglie in questo frangente, in assenza di informazione, troverebbe solo prodotti con classi C, D, E, insomma un vero disorientamento. Cosa che giustamente viene evitata grazie al mantenimento per un certo lasso di tempo, di entrambe le etichette energetiche.

In sostanza il consumo e le prestazioni della lavastoviglie non cambiano, ma per via della riscalatura e della revisione del metodo di calcolo e la rielaborazione delle tabelle dell’indice di efficienza energetico (IEE), le classi saranno più basse. Tutto questo, ad ogni modo, va a vantaggio del consumatore, in quanto i produttori in un ottica di raggiungimento di classi superiori, miglioreranno ulteriormente le prestazioni e quindi diminuiranno i consumi.

La “gara” a produrre prodotti più performanti è inevitabile, per le aziende questo può incidere positivamente sulle vendite, che è molto basata su un aspetto psicologico. Se pensassimo di trovarci a scegliere tra una classe D, in questo momento classe A+++, ed una B, sempre della nuova Energy Label, certamente saremo più propensi verso quest’ultima. Pertanto tutti i produttori cercheranno di mettersi al passo.

Vecchia Energy Label Lavastoviglie.Nuova Energy Label Lavastoviglie.

Possiamo subito notare come la classe A+++, passi ad essere una classe D, ovviamente il prodotto è sempre lo stesso, e le prestazioni ed i consumi oggettivi non sono cambiati.

Il consumo di 238 kWh sono riferiti a 280 cicli di lavaggio standard, il che equivale ad un consumo per ciclo di 0,85 kWh. Gli 85 kWh nella nuova energy label si riferiscono a 100 cicli, il che equivale allo steso consumo per ciclo, ovvero 0,85 kWh. Per quanto riguarda il consumo di acqua di 2660 litri, corrisponde a 9,5 litri per ciclo, lo stesso è riportato per singolo ciclo sulla nuova etichetta energetica.

Vediamo ora cosa cambia per quanto riguarda l’indice di efficienza energetica (IEE), tra la vecchia:

IEE

e la nuova:

IEE

Come si può evincere, il cambiamento è significativo e la discesa di classe conseguente.

 

 
 
 
 
 
 

Se non hai trovato quello che cercavi, se vuoi suggerire, commentare o aggiungere qualcosa compila il modulo.

supporto
 
 
Altri articoli che ti potrebbero interessarti:
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Per eseguire una riparazione del piano di cottura è necessario accedere al suo interno, dove risiedono i componenti che ne consento il funzionamento, così se c’è un guasto ad una candeletta, ad una termocoppia, una perdita, un difetto ad un manopola ed altro dobbiamo necessariamente aprirlo.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

I piani cottura in vetroceramica possono essere dotati di diversi sistemi per generare calore, in questo articolo approfondiamo la tecnologia ad induzione.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Negli ultimi anni la cucina a libera installazione ed anche i piani di cottura da incasso hanno subito un cambiamento per quanto riguarda la proposta dei fuochi a gas per la cottura.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Abbiamo visto in un articolo precedente come procedere nell’installazione di una cappa filtrante a parete per cucina, ovvero il modello che si aggancia alla parete e nella parte superiore è presente una colonna o tubo puramente estetico.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Un forno elettrico, come base, al suo interno dispone di una resistenza posta sul fondo ed una posta nella parte superiore. Esse a seconda delle impostazioni di cottura possono funzionare contemporaneamente oppure singolarmente. Di norma la cottura tradizionale esige il funzionamento contemporaneo, al fine di avere un calore uniforme, mentre il funzionamento singolo è impiegato per terminare la cottura o per pietanze particolari che necessitano di una cottura differenziata.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Indipendentemente dalla tipologia di cappa che si è scelto di installare nella cucina componibile, per procedere con una corretta installazione, che è preferibile affidare ad un tecnico specializzato, è opportuno tenere ed attenersi a delle regole di base.
 
 
 
 
 
 
 

 
Linea
 
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy lineaPreferenzelineaDisclaimerlineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.lineaiubendalinea
Linea