Spazio trasparente.
 
Perché si può verificare un aumento della durata dei programmi di una lavastoviglie rispetto a quanto indicato nelle istruzioni.
 
Foto articolo.
Tra i tanti aspetti che vengono presi in considerazione per l’acquisto di una lavastoviglie, c’è quello relativo alla durata dei programmi, ognuno dei quali è indicato per un determinato tipo di carico.

La durata dei programmi viene solitamente indicata sul libretto di istruzioni, in una tabella che specifica le varie fasi di ognuno di esso: la temperatura, il tipo di stoviglie a cui è adatta, il tipo di sporco ed infine la sua durata.
Così ad esempio un programma express o breve, può durare 30 minuti, uno  normale 1 ora e 30 minuti e via dicendo con gli altri. Tra i vari modelli e marche troviamo delle differenze, ma per tutti troviamo dette indicazioni.

Tuttavia a prescindere da quanto indicato, possiamo trovarci in una circostanza per la quale la durata dei programmi varia rispetto ai dati che sono riportati nella tabella. Così un programma express può raggiungere i 50 minuti, uno normale fino ad impiegare 1 ora in più, e così via.

Viene da domandarsi, perché se fino al lavaggio precedente la durata è stata rispettata, improvvisamente non lo è più? Siamo in presenza di un malfunzionamento? Bisogna chiamare un tecnico?

In realtà possiamo trovarci davanti ad un difetto o semplicemente ad un normale funzionamento della lavastoviglie. Come dicevamo in precedenza la tabella riporta delle “indicazioni” relative alla durata, che in linea di massima rispettano quello che è il reale decorso, ma che possono subire delle variazioni per alcune ragioni che presto vedremo. Su alcuni libretti di istruzioni, se si presta attenzione, viene indicato sia un tempo minimo che uno massimo, della durata, proprio perché ci sono dei fattori che possono influenzarla. Pertanto è sempre opportuno verificare le indicazioni riportate nella scheda del programma impostato.

Le fasi di un ciclo di lavaggio completo della lavastoviglie passano attraverso queste fasi:

1) Scarico acqua iniziale;
2) Caricamento dell’acqua;
3) Riscaldamento dell’acqua;
4) Impiego detersivo;
5) Lavaggio;
6) Scarico acqua di lavaggio;
7) Risciacqui/scarico;
8) Asciugatura stoviglie.

Se in una di queste si verificano dei rallentamenti, la durata complessiva del ciclo si allunga. Nello specifico ci possiamo trovare in presenza di: una pompa di scarico intasata, che fa defluire più lentamente l’acqua, una pressione dell’acqua in entrata bassa, che allunga i tempi di caricamento, una resistenza di riscaldamento, intasata di calcare, che impiega molto più tempo nel portare alla giusta temperatura l’acqua del lavaggio, dei rallentamenti nel circuito di lavaggio. Al fine di evitare o ridurrei rischi relativi a questi fattori è molto importante tenere la lavastoviglie in buono stato di pulizia, è pertanto importante effettuare in modo periodico dei lavaggi con prodotti che sono in grado di tenere pulite le parti interne.

Un altro fattore che influenza la durata è correlato al grado di sporco delle stoviglie, che in modo specifico nei modelli di lavastoviglie dotati di sensori di pulizia, o meglio di torbidità dell’acqua, sono responsabili del protrarsi della durata. I sensori di torbidità, che sono dei piccoli “laser” hanno la caratteristica di attraversare l’acqua del risciacquo e monitorare nell’attraversamento la sua torbidità, per stabilirne lo stato di sporco e conseguentemente terminare o prolungare la durata del ciclo.

Infine ci può essere una responsabilità che esula dalla componente meccanica e ricade su quella elettronica, relativa alla scheda.

Pubblicato: lunedì 27 febbraio 2017

articoli sul tema:
 
 
spazio
Articoli correlati
   
Spazio trasparente.
Quando si imposta un ciclo di lavaggio, a meno che non si possieda una lavastoviglie con il programma automatico, capace di adeguare la temperatura di lavaggio al tipo sporco, bisogna scegliere tra i cicli proposti, quello più appropriato per il tipo di sporco che abbiamo necessità di pulire.

Pubblicato:
lunedì 3 settembre 2012
 
   
Spazio trasparente.
Contrariamente alla lavatrice, che è presente in tutte le case, la lavastoviglie ha una presenza di gran lunga inferiore. Mentre la prima è divenuta oramai indispensabile, l’acquisto della lavastoviglie, alcune volte, viene sottovalutato, o meglio considerato come superfluo anche perché il suo utilizzo viene associato ad un consumo di energia elettrica da sommare a quello che già si ha con altri elettrodomestici.

Pubblicato:
domenica 16 gennaio 2011
 
   
Spazio trasparente.
Una anomalia che è spesso riscontrabile durante il funzionamento della lavastoviglie è quella relativa allo scarico improvviso dell’acqua precedentemente caricata. A dire il vero non si tratta di un difetto riconducibile ad uno specifico guasto, bensì ad una conseguenza che può scaturire da diverse cause o malfunzionamenti.

Pubblicato:
domenica 17 settembre 2017
 
   
Spazio trasparente.
Quando si parla di lavastoviglie la misura per identificarne la capienza sono i coperti, ovvero la quantità di piatti, uno per portata, ed i bicchieri che i cestelli riescono a contenere. Nel calcolo dei coperti non sono comprese le pentole ed i tegami che avendo dimensioni completamente diverse una dall’altra non possono essere standardizzate.

Pubblicato:
domenica 7 novembre 2010
 
   
Spazio trasparente.
Una anomalia di funzionamento che si può verificare sulla lavastoviglie, è quella del mancato carico dell’acqua, al quale consegue il non avvio del programma di lavaggio.

Pubblicato:
mercoledì 1 febbraio 2017
 
   
Spazio trasparente.
A seconda del modello di lavastoviglie della Rex Electrolux, ci sono delle anomalie di funzionamento o dei guasti che vengono segnalati al consumatore attraverso delle indicazioni acustiche, l’accensione di alcune spie o attraverso una sigla sul display digitale.

Pubblicato:
martedì 1 luglio 2014
 
   
Spazio trasparente.
Se si è in possesso di una vecchia lavastoviglie, che magari continua a funzionare e quindi non vogliamo cambiarla per evitare di effettuare una nuova spesa, è opportuno sapere che in realtà quello che non andiamo a spendere subito, lo pagheremo nel corso del suo utilizzo durante pochi anni.

Pubblicato:
lunedì 13 maggio 2013
 
   
Spazio trasparente.
Ogni modello di lavastoviglie Hotpoint Ariston è progettata per indicare in caso di un’anomalia di funzionamento, attraverso il display led o tramite le spie di funzionamento il difetto riscontrato.

Pubblicato:
giovedì 10 luglio 2014
 
   
Spazio trasparente.
Oltre alle caratteristiche generali, la scelta della lavastoviglie è influenzata dalla classe energetica. Chiaramente in prima battuta, essendo a conoscenza di una scala di consumi che va dalla A+++ alla D, la selezione che automaticamente il nostro cervello elabora, è quella di escludere tutte le classi che non siano la A+++. Il concetto è logico ed esatto nella sostanza, se non fosse per la differenza di prezzo che c’è tra le diversi classi.

Pubblicato:
lunedì 24 settembre 2012
 
   
Spazio trasparente.
Per risolvere i problemi di funzionamento di una lavastoviglie Rex Electrolux, ci sono a disposizione degli strumenti che ci consentono, anche se non abbiamo a disposizione un codice di errore definito, di fare dei test di funzionamento sulle differenti componenti e di visualizzare fino agli ultimi 3 errori.

Pubblicato:
sabato 1 aprile 2017
 
 
Linea
 
lineaPrivacylineaDisclaimerlineaContattacilineaGoogle PublisherlineaFan Page FacebooklineaCopiright.lineaiubendalinea
Linea
 
Torna su