Spazio trasparente.
 
Procedura per visualizzare il più recente codice di errore della lavatrice che non si vede più.
 
Foto articolo.
In caso di difetti o di malfunzionamento della lavatrice Electrolux, per agevolare l’individuazione del problema, le stesse sono dotate, di un sistema di autodiagnosi, che riesce ad individuare il problema e conseguentemente ad indicarlo sul display con un codice di errore, che identifica una determinata diagnosi.

Succede però in alcuni casi che l’errore venga visualizzato per un periodo breve di tempo e che successivamente, non si veda più, lasciandoci nel dubbio del ricordo del codice di errore e conseguentemente, non consentendoci di identificare il problema davanti al quale ci troviamo.

Vediamo quindi come recuperare l’errore, in realtà possiamo vedere gli ultimi tre, e capire a cosa si riferiscono. Prima di andare avanti diciamo che tale procedura potrebbe non essere valida per lavatrici di più recente produzione e commercializzazione, ma in linea generale dovrebbe comunque potersi utilizzare.

Innanzi tutto dobbiamo portare la lavatrice in modalità diagnostica ed a tal proposito abbiamo riportato un quadro comandi, nel quale abbiamo messo in evidenza le parti che ci interessano per poter eseguire i diversi passaggi:

Nuova energy label.

1) Spegnere la lavatrice;

2) Premere il tasto avvio/pausa (1) ed il tasto alla sua immediata sinistra (2), fate attenzione che a seconda del modello, il tasto (2), che in questo caso è extra risciacquo, potrebbe indicare altre opzioni, ma indipendentemente da quali indichi, è quello da premere;

3) Accendiamo la lavatrice, tenendo premuti i tasti anzidetti, portando la manopola dei programmi da 0 ad 1. Dopo qualche secondo siamo entrati nella diagnostica;

4) Ruotare la manopola dei programmi in posizione (10), a questo punto sul display compare l’ultimo errore diagnosticato;

5) Se vogliamo vedere gli errori ad esso precedenti, premiamo il tasto (2);

6) Per tornare nella modalità normale, spegnere la lavatrice, riaccenderla, e poi spegnerla nuovamente.

Se ancora non va o era pulito, allora bisogna procede con una ispezione interna della pompa di scarico, quindi smontarla e verificare se ci sono oggetti all’interno che ne impediscono il funzionamento, se c’è qualche parte rotta ad esempio la girante. Se dalle verifiche non si evince nessuna delle cose anzidette, allora bisogna procedere con la verifica dell’alimentazione elettrica.

In alcuni casi può essere necessario cancellare i codici di errore in memoria, ad esempio nel momento in cui abbiamo risolto un problema o se è uscito fuori un errore in modo momentaneo e la macchina funziona regolarmente, quindi per effettuare una verificare e constatare se l’errore continua a presentarsi.

Per farlo dobbiamo essere in diagnostica, come abbiamo visto nei passaggi precedenti e dopo esserci posizionati sul numero (10) premiamo contemporaneamente e per alcuni secondi i tasti (1) e (2).

Articolo aggiornato: mercoledì 1 agosto 2018

articoli sul tema:
 
 
Spazio trasparente.
Iniziamo togliendo l’imballo che protegge la lavatrice e verifichiamo la presenza di eventuali ammaccature, nel caso presenti è preferibile non procedere con l’installazione e contattare il rivenditore, in modo tale da poter concordare una soluzione per come meglio affrontare la problematica.

Pubblicato:
mercoledì 26 gennaio 2011
 
 
Spazio trasparente.
Parametro fondamentale ed anche uno dei principali, preso in considerazione per l’acquisto di una lavatrice, è quello del consumo di energia elettrica, oltre ad esso, chiaramente, c’è anche l’aspetto legato al consumo dell’acqua. Ulteriormente a questi, ci sono altri dati molto importanti come la rumorosità, la classe e la velocità di centrifuga (asciugatura), logicamente i cicli di lavaggio, quindi il tipo di programmazione.

Pubblicato:
giovedì 25 febbraio 2016
 
 
Spazio trasparente.
Il panorama delle lavatrici proposte sul mercato ha raggiunto per quanto riguarda il consumo di energia elettrica dei risultati degni di grande apprezzamento. Non sono più commercializzate, anche perché non sono più prodotte, almeno per quanto riguarda la maggior parte dei mercati, lavatrici di classe inferiore alla A. Ci orientiamo all’acquisto, solitamente su un prodotto medio, in altri casi pretendendo delle migliori prestazioni di lavaggio, asciugatura e programmi speciali su una lavabiancheria di alta qualità. In ogni caso abbiamo acquistato un prodotto in classe A, associando alla categoria energetica in questione il basso consumo.

Pubblicato:
mercoledì 26 gennaio 2011
 
 
Spazio trasparente.
La pompa di scarico in una lavatrice o lavasciuga, ma anche in una lavastoviglie, ha la funzione di espellere l’acqua dall’interno della vasca, nel momento in cui il programma di lavaggio lo necessita, questo abitualmente si verifica prima dell’inizio della fase di carico dell’acqua, successivamente durante la fase dei risciacqui ed infine al termine del lavaggio.

Pubblicato:
mercoledì 12 aprile 2017
 
 
Spazio trasparente.
Come già spiegato in altri articoli per identificare il consumo energetico di una lavatrice basta leggere il dato riportato sulla Energy label applicata su di essa. Tuttavia l’identificazione del consumo non ci consente di farci un’idea immediata di quanto sia la differenza tra le diverse classi energetiche.

Pubblicato:
martedì 29 maggio 2012
 
 
Spazio trasparente.
Nell’arco di pochissimi anni l’evoluzione tecnologia ha coinvolto moltissimi settori, ed abbiamo assistito ad un veloce processo di cambiamento di tanti prodotti, che fino a quel momento, proponevano un funzionamento basato su processi meccanici. Oltre alla più palese delle evoluzioni tecnologiche, quella che ha coinvolto il mondo della comunicazione, c’è quella che ha interessato il mondo degli elettrodomestici.

Pubblicato:
venerdì 31 dicembre 2010
 
 
Spazio trasparente.
L’impiego del vapore nella lavatrice comporta un notevole vantaggio in termini di qualità del lavaggio e sterilizzazione dei tessuti, diversi oramai sono i produttori che impiegano questa tecnologia nelle loro lavatrici.

Pubblicato:
sabato 11 dicembre 2010
 
 
Spazio trasparente.
Abbiamo già avuto modo di affrontare il tema del cestello della lavatrice che non gira, ed abbiamo individuato come causa principale quella delle spazzole o carboncini consumati.

Pubblicato:
mercoledì 14 dicembre 2016
 
 
Spazio trasparente.
Lo sportello della lavatrice che non si apre al termine del lavaggio è sicuramente un guasto abbastanza noioso, in quanto non solo non ci permette di utilizzarla, ma essendo che si verifica spesso al termine di un lavaggio, ci troviamo ad avere gli indumenti all’interno del cestello e quindi non possiamo recuperarli.

Pubblicato:
lunedì 18 giugno 2018
 
 
Spazio trasparente.
Il termine low cost, letteralmente basso costo, si è consolidato anche nel mondo degli elettrodomestici, difatti si sente spesso parlare e ancor di più, si va alla ricerca di questi modelli, attratti dal desiderio e soprattutto dalla necessità di risparmiare.

Pubblicato:
martedì 27 ottobre 2015
 
 
commenti:
Icona regione.
Romana da Piacenza giorno 01/08/2018
Salve La mia lavasciuga è una Zoppas modello PMV1208LA. Tutte le spie sono accese ma non si avvia, il tasto dell'avvio lampeggia ma la lavatrice non parte.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Romana, non saprei dirti il riferimento preciso di tutti i led accesi, però ti consiglio la lettura dell’articolo sulle fasi della lavatrice, così da poter individuare dove si verifica il fermo.
Icona regione.
Luigino da Belluno giorno 19/04/2017
Salve, Ho una AEG LAVAMAT 12700 oki , è possibile la modalità di diagnostica? Grazie!
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Luigino, se non ho sbagliato questo è il cruscotto della tua lavatrice Aeg: Per entrare in diagnostica devi prima spegnerla, poi premere contemporaneamente i due tasti indicati dalle frecce verdi e tenendoli premuti accenderla, girando in senso orario la manopola indicata dalla freccia rossa, ponendola sulla prima posizione, quindi un solo scatto. Continua a tenere i pulsanti premuti, fino a quando non senti dei beep e vedi i led lampeggiare. A questo punto sei in diagnostica, puoi lasciare i due pulsanti che stai premendo e verificare i componenti della macchina, girando il programmatore in avanti, quindi dalla posizione in cui si trova che è la numero 1, passi a: 2: test scheda visualizzazione; 3: carico acqua vaschetta lavaggio; 4: carico acqua vaschetta prelavaggio; 5: carico acqua vaschetta ammorbidente; 6: carico acqua calda o vaschetta candeggina; 7: test riscaldamento; 8: verifica perdite di acqua; 9: scarico acqua, centrifuga e verifica funzionamento pressostato; 10: test asciugatura, se si tratta di una lavasciuga. Se vuoi leggere l’ultimo allarme in memoria devi portare la manopola fino alla penultima posizione disponibile. Per cancellare l’allarme in memoria devi premere contemporaneamente i pulsanti 1 e 4. L’uscita dalla diagnostica si effettua spegnendo la lavatrice, riaccendendola e spegnendola nuovamente. Si, il cruscotto è proprio quello!!! Grazie della pronta e professionale risposta!!! Avevo trovato un documento del controllore EWM 2000 e dice di resettare gli allarmi con manopola da pos.3 a pos.10 (cioè diagnosi). E' corretto? Io l'ho fatto come indicato da voi (cioè in pos. penultima) e leggo "0-3", significa che non ho più errori nella lista da cancellare? Grazie ancora e buon lavoro!!! Aggiornamento: non mi da la possibilità di cancellare l'errore che mi appare (nello specifico E33). Sia che lo provi a cancellare dalla penultima posizione che da una posizione di diagnosi..  Si è come dici tu, per cancellare sulla posizione da 3 a 10. Considera però che cancellare significa eliminarlo in quel momento, ma se c'è un difetto, appena la rimetti in funzione, l'errore torna. Il codice E33, indica un problema al pressostato, che non rileva in modo corretto il livello dell'acqua. Dovresti verificare la trappola dell'aria, il pressostato, eventulamente sostituirlo. Infine questi due componenti potrebbero andare bene e l'errore essere causato dal calore eccessivo causato dalla resistenza che ha perso isolamento e manda in tilt la scheda oppure dalla scheda stessa, che si è sballata. I tubi e trappola aria sono OK, il misuratore digitale penso sia ok perché il livello lo vedo salire correttamente in diagnosi ed andare in errore a circa 200. Devo fare una prova staccando completamente la resistenza per scongiurare dispersioni verso massa della resistenza. Cambiare così a priori il sensore digitale non mi da sicurezze di risolvere il problema. Eventualmente avrò un problema alla centralina. Con programmi a ciclo breve (con unico carico acqua): la macchina non da nessun problema. Con programmi a ciclo lungo: al primo carico acqua ok, al secondo carico di acqua (aumento livello) va in avaria durante il carico ed il livello raggiunge metà oblò. Ho fatto una prova con una nuova AEG L75480WD e, durante il carico acqua, con tutte e tre le valvole di carico provate, va in E11 come se il flusso d'acqua fosse insufficiente, spostando la manopola in altra posizione e poi riportandola su quella di carico desiderata, l'errore scompare ed il carico in diagnosi si completa e ferma fino al valore di 232 senza dare ulteriori avarie. Il filtrino è ok ed il flusso acqua pure, non so come mai spunti questa avaria in tutte le valvole di carico diagnosticate. La macchina ha il sensore di flusso in ingresso alle valvole di carico. In lavoro la macchina non ha problemi. Secondo me si tratta o del pressostato o della scheda elettronica.
Icona regione.
Salvatore da Roma giorno 09/06/2016
Essendo una lavasciuga digitale non ho questo tipo di quadro comandi.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Salvatore, puoi inviarmi una foto del quadro comandi a info@elettro-domestici.com, così vedo se posso indicarti come fare?
 
 
Linea
 
lineaPrivacylineaDisclaimerlineaContattacilineaGoogle PublisherlineaFan Page FacebooklineaCopiright.lineaiubendalinea
Linea
 
Torna su