Icona accesso.
 
 
 
 
 
 

L'importanza della manopola del termostato per impostare separatamente la temperatura di lavaggio nella lavatrice.

La scelta di una lavatrice è divenuta nel corso di questi ultimi anni un po’ più impegnativa di quanto non accadeva per il passato, dove non c’erano molte delle caratteristiche e prestazioni che le lavatrici di oggi propongono.

Molte volte ci si perde nelle innovazioni e non si riesce a valutare in modo immediato le conseguenze pratiche, che possono avere alcune nuove modalità di programmazione. In questo caso ci soffermiamo sulla funzionalità del termostato, ma non sulla sua funzione, che come è a conoscenza di tutti è quella di far riscaldare l’acqua, ma su come è stato riconsiderato, nella modalità di azione, su alcune lavatrici, in particolare sui modelli elettronici.

Tradizionalmente il termostato era comandato da una manopola che in base alla posizione, consentiva di regolare la temperatura di lavaggio in una arco che oscillava dal freddo fino ad arrivare, passando da temperature intermedie ai 90°C. Avere la possibilità di impostare, in base al lavaggio che abbiamo necessità di effettuare, la temperatura desiderata è molto importante ai fini di ottenere un buon risultato di lavaggio.

Attualmente ci sono ancora lavatrici dotate del funzionamento classico del termostato, che può essere gestito da una manopola o da un comando elettronico, in grado di impostare la temperatura di lavaggio desiderata. Ci sono però tantissimi modelli di lavatrici, che invece possiedono un selettore, una manopola; su di essi sono evidenziati dei programmi, ad ognuno dei quali è abbinata una temperatura di lavaggio.

Ciò significa che diversamente da quanto accadeva precedentemente, non si ha la possibilità di abbinare una temperatura differente da quella che è considerata valida per quel lavaggio, quindi vi è una vera e propria scelta obbligata per ogni ciclo di lavaggio di cui la lavatrice dispone. Addirittura in alcune di queste lavatrici non troviamo neanche il lavaggio a freddo, se non su cicli di lavaggio come la lana o tessuti delicati. La motivazione che induce a non inserire il lavaggio a freddo è riconducibile al fatto che, l’azione del detersivo e di conseguenza la sua potenza smacchiante avviene a temperature intorno ai 30C°. Da tutto questo è palese che da un punto di vista pratico non possiamo più impostare i cicli nel modo tradizionale e in molti casi l'obbligatorietà della scelta và contro le reali esigenze del lavaggio o del consumatore.

La logica che spinge nella produzione di modelli con simili impostazioni, nasce da studi di ottimizzazioni dei risultati di lavaggio, dai quali si evince che per quel determinato lavaggio si ha bisogno di quella determinata temperatura. Allo stesso tempo si semplifica la programmazione che si effettua con un solo comando.

Ad ogni tessuto sono abbinate più temperature, per fare un esempio, il cotone avrà la possibilità di essere lavato a 90C°, a 60C°, a 40C° e 30C°. Ognuno di questi lavaggi avrà però una durata diversa, a temperatura più alta corrisponderà una durata maggiore per un grado di sporco più intenso.

Con questo tipo di programmazione saremo obbligati ad effettuare i lavaggi alle condizioni stabilite.

In una lavatrice con temperatura separata potremo scegliere un lavaggio lungo ed abbinare allo stesso un temperatura più bassa, avendo così una gestione più personalizzata ed ottimizzata delle nostre esigenze reali.

 
Condividi su FacebookCondividi su TwitterCondividi su RedditCondividi su WhathsappCondividi tramite email
 

 
 
 
 
 
 
 
Commenti recenti
Icona regione.
Mario da Cosenza giorno 05/06/2020
Salve, non sono riuscito a trovare un video che spiegasse come sostituire il termostato della mia lavatrice - Zerowatt zl460, che mi sta dando problemi :riscalda l'acqua anche a freddo e arriva ad essere molto calda. Abbiamo aperto la lavatrice per capire dove trovare il termostato, ci sembrava la causa più plausibile, ma non siamo riusciti a capire dove è installato e non abbiamo trovato neanche la sonda. Ora vorrei chiederle in base alla sua esperienza dove dovrei guardare per trovare il termostato e se a parer suo quale potrebbe la causa del guasto. grazie
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Mario, non mi è chiaro se si tratti di un modello meccanico o elettronico. In entrambi i casi il termostato o sonda della temperatura si trova a contatto con l’acqua. Nei modelli elettronici c’è un sonda NTC, che è infilata nella resistenza o appena sopra sulla vasca. In quelli meccanici, il filo parte dalla manopola di selezione della temperatura e raggiunge la parte inferiore della vasca, dove è infilato il termostato.
Icona regione.
Roberto da Reggio Emilia giorno 21/02/2020
Come si controlla il termostato regolabile elettrico della lavatrice Zoppas p6., perché l'acqua non riscalda. Controllato con il tester il valore della resistenza e di 27.0, e la sonda sensore il valore sempre a freddo e di 6- 7. Spiego un altro problema sempre alla lavatrice, mi e successo al sostituire la chiusura elettrica dell'oblo, sono andati in corto circuito i fili elettrici, dopo ho rimontato il nuovo e tutto bene. Quando fa il lavaggio al momento che scarica l'acqua la pompa non si ferma fin quando non spengo dal pulsante e la riaccendo, e dopo prende l'acqua per fare il risciacquo, in qualche punto scarica e prende l'acqua da sola. Ho provato un pressostato nuovo fa lo stesso problema.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Roberto, se l’acqua non riscalda è probabile che la resistenza non viene alimentata, quindi dovresti verificare se arriva nel momento in cui si deve azionare. La pompa che non si ferma può dipendere dal rilevamento del vuoto in vasca, quindi pressostato e trappola dell’aria, ma considerando che se spegni e riaccendi poi va, e i comportamenti strani in generali, la scheda elettronica fa i capricci.

Salve sono Roberto, parlo per la lavatrice Zoppas P6 Perfecta, la lavatrice non ha la scheda elettrica è normale. Ha solo il termostato elettrico regolabile a 7 scatti, e il Timer del programma manuale. Chiedo chi alimenta la resistenza, e come faccio a controllare il termostato regolabile elettrico se funziona o no. Poi l'altro problema ho controllato la trappola d'aria e buona e non perde, l'unica cosa che ho notato e provato da smontato il manicotto in gomma dove c'è la pallina bianca, ho soffiato dentro a bloccare la pallina e un po’ usciva un po’  l'aria. Non capisco perché quando scarica la pompa va sempre, fino a quando la spengo e la riaccendo dal pulsante e poi prende l'acqua, questo lo fa' in alcuni punti del risciacquo altri no La Ringrazio tanto per i buoni consigli.

Buongiorno Roberto, gli impulsi di alimentazione e termostato partono dal timer meccanico. Se lo smonti o comunque se guardi con attenzione ci sono degli innesti faston con dei fili collegati che raggiungono i vari elementi della lavatrice, se li segui o parti al contrario, ovvero dalla resistenza o termostato verso il timer vedrai dove si collegano. Lo scarico continuo indica il mancato rilevamento del vuoto in vasca: pressostato, trappola dell’aria.

Non hai trovato cosa cercavi? Suggerisci, commenta o aggiungi qualcosa: compila il modulo.

supporto
 
 
Altri articoli che ti potrebbero interessarti:
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

In caso di difetti o di malfunzionamento della lavatrice Electrolux, per agevolare l’individuazione del problema, le stesse sono dotate, di un sistema di autodiagnosi, che riesce ad individuare il problema e conseguentemente ad indicarlo sul display con un codice di errore, che identifica una determinata diagnosi.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Se la lavatrice o asciugatrice Electrolux non cambia i programmi è sul display c'è un lucchetto, il blocco probabilmente è causato dalla sicurezza bambini. Questi elettrodomestici, sono dotati di una sicurezza, che impedisce la modifica del programma impostato ed anche la possibilità di eseguire una nuova programmazione al termine del ciclo di lavaggio o asciugatura in esecuzione.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Il mancato avvio del motore ad induzione, che possiamo trovare montato in una lavatrice, quelle un po’ più datate, in una lavastoviglie ed anche in una asciugatrice, può essere dovuto, oltre ad un difetto del motore stesso, ad un problema relativo al non funzionamento del condensatore di spunto.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Può capitare di caricare i tessuti da lavare nella lavatrice, impostare il programma di lavaggio, attendere alcuni minuti e constatare che il lavaggio non inizia. Che sarà mai successo? È sempre andata bene!!
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

In una lavatrice, lavastoviglie o lavasciuga sappiamo che l'elettrovalvola a due vie o l'elettrovalvola 1 via è il componente responsabile del carico dell'acqua. Attraverso di essa, nel momento in cui è alimentata, la valvola si apre e lascia passare il liquido. Nell'articolo su "come controllare se una elettrovalvola funziona" abbiamo visto quali sono i controlli da eseguire. Nel caso tu non l'abbia fatto ti invito a farlo!
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Quando si predispongono gli spazi in casa per gli elettrodomestici molte volte non viene preso in considerazione quello per l'asciugatrice o spesso non ci si sofferma immaginando di impilare lavatrice e asciugatrice a colonna. Soluzione oramai utilizzata in tanti casi soprattutto dove non c'è uno spazio eccessivo. Sovrapporre asciugatrice a lavatrice è una soluzione che si può adottare ma vediamo cosa è necessario tenere in considerazione per non incorrere in delle soprese.
 
 
 
 
 
 
 

 
Linea
 
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy lineaDisclaimerlineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.linea
Linea