Icona accesso.
 
 
 
 
 
 

Cosa fare quando l’ammorbidente viene prelevato prima di quando dovrebbe.

Abbiamo visto nell’articolo relativo al funzionamento della vaschetta del detersivo, quale è il procedimento che consente al detersivo, alla candeggina ed all’ammorbidente di essere prelevati nel momento in cui il lavaggio lo prevede, quindi un impiego cadenzato.

A tal proposito un’anomalia che si può presentare è quella relativa all’impiego dell’ammorbidente molto prima del tempo. In buona sostanza lo inseriamo e già nel momento in cui avviene l’impiego del detersivo, viene prelevato anch’esso. Ovviamente questa è un’anomalia che non viene segnalata da codici di errore o flash dei led, in quanto da un punto di vista del processo del lavaggio tutto sta andando bene.

Al termine del ciclo  tuttavia constatiamo che i panni non hanno assunto la morbidezza ed il profumo che in un funzionamento ottimale l’ammorbidente gli avrebbe conferito.

Le cause che possono esserne responsabili di questa anomalia sono:

1 ) Difetto sull’elettrovalvola (dovrebbe esserci un errore);
2) Difetto di natura elettronica (dovrebbe esserci un errore);
3) Fori discesa acqua nel cassetto otturati.

Ora tralasciando le prime due cause, per le quali la lavatrice dovrebbe restituire un codice di errore e che comunque sono infrequenti, ci soffermiamo sulla terza che ne è spesso la causa.

Se estraiamo il cassetto del detersivo, possiamo notare che il vano rimasto vuoto, nella parte alta è caratterizzato dalla presenza di tanti forellini. Da questi a seconda di quale valvola di ingresso acqua si apre, fuoriesce l’acqua, che va a confluire negli scomparti. Sostanzialmente l’acqua esce dalla parte sinistra per la fase di prelavaggio e lavaggio e da quella destra durante quella dell’ammorbidente e della candeggina.

Con il trascorrere del tempo a causa del depositarsi di sedimenti e di calcare, i fori si otturano. Conseguentemente l’acqua che comunque viene condotta in questo contenitore forato, non riuscendo ad uscire dai fori che dovrebbe, esce dagli altri, quindi in questo caso da quelli dell’ammorbidente e come conseguenza, considerato che la quantità di acqua caricata in questa prima fase è la maggior parte, oltre a far scendere l’ammorbidente, che non dovrebbe, scende anche il detersivo e se c’è la candeggina.

Per risolvere questa anomalia dobbiamo estrarre il cassetto del detersivo e con l’ausilio di una spazzola, personalmente ne utilizzo una con le setole metalliche ed una più morbida, è necessario pulire i fori di uscita.

Bisogna sfregare abbondantemente ed esercitando una leggera pressione, per smuovere sporco ed incrostazioni. Potrebbe essere necessario eseguire la pulizia più volte prima di ottenere un risultato soddisfacente.

Quando riteniamo che sia abbastanza pulito possiamo eseguire un ciclo di lavaggio, se si è pratici potremmo farlo a vuoto, e verificare con il cassetto estratto, se nella fase di carico dell’acqua, esce correttamente da tutti i fori. Facciamo attenzione comunque in quanto non essendo più inserito il cassetto, l’acqua uscirà verso l’esterno, quindi stiamo pronti a bloccarla con uno straccio o inserendo nuovamente il cassetto.

Lo stesso ragionamento vale anche per quando l’ammorbidente non viene prelevato. In questo caso sinceriamoci che il ciclo di lavaggio impostato prevedesse il suo impiego.

Allo stessa maniera, se i fori, può essere anche un problema di elettrovalvola o elettronico, sono otturati, l’acqua mandata uscirà da quelli accanto non andando a confluire nel cassetto dell’ammorbidente.

 
Condividi su FacebookCondividi su TwitterCondividi su RedditCondividi su WhathsappCondividi tramite email
 

 
 
 
 
 
 
 
Commenti recenti
Icona regione.
Pierino da Brescia giorno 28/03/2022
Salve, ho pulito bene tutti gli ugelli passando anche un filo diamantato in tutti i forellini che vedo, ma il problema dell'ammorbidente si è risolto al 50 % cos'altro posso fare un consiglio grazie.
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Pierino, avendo pulito i fori ora sappiamo che il prelievo non dipende dalla fuoriuscita dell’acqua non controllata. Versa l’ammorbidente lentamente e resta sotto il livello massimo indicato.

Non hai trovato cosa cercavi? Suggerisci, commenta o aggiungi qualcosa: compila il modulo.

supporto
 
 
Altri articoli che ti potrebbero interessarti:
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

L’errore F12 nella lavatrice a marchio Whirlpool, appartenente alla linea Wave, è originato da un difetto relativo alla resistenza di riscaldamento, ovvero siamo in presenza di un corto circuito.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

La scelta di una lavatrice è divenuta nel corso di questi ultimi anni un po’ più impegnativa di quanto non accadeva per il passato, dove non c’erano molte delle caratteristiche e prestazioni che le lavatrici di oggi propongono.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

L’errore F27 nella lavatrice modello DLC7012 e comunque per la serie di lavatrici Whirlpool appartenenti a questa linea, identifica un’anomalia che interessa in generale il motore.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Può capitare, che dopo aver acquistato la lavatrice ed averla portata a casa, nel momento in cui si apre lo sportello ci si accorge che il cestello è bagnato. C’è dell’acqua ! Anche aprendo il cassetto dei detersivi possiamo riscontrare che è bagnato, addirittura potremmo riscontrare la fuoriuscita di acqua se dovesse essere piegata. Per chi non ha esperienza con questi prodotti può subito pensare, che la lavatrice sia stata usata! Ci è stato venduto un prodotto usato! In effetti la lavatrice è stata usata, ma non nel senso specifico di un utilizzo per lavare gli indumenti, ma in quanto sottoposta ad una verifica di funzionamento.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Non si verifica frequentemente, ma è una anomalia che può manifestarsi nel funzionamento di una lavatrice. Stiamo parlando del carico continuo dell’acqua, che normalmente dopo aver selezionato un ciclo e dato l’avvio, dura per qualche minuto, per poi fermarsi e dare inizio al lavaggio.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Quando durante la fase del lavaggio di una lavatrice o di una lavasciuga l’acqua non viene riscaldata, il motivo è da ricondursi al non funzionamento della resistenza elettrica di riscaldamento, ovviamente le motivazione che la inducono a non funzionare possono essere di diversa natura, sia elettriche che elettroniche, ma in molti altri casi è proprio l’intero elemento che non va e pertanto deve essere sostituito.
 
 
 
 
 
 
 

 
Linea
 
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy lineaDisclaimerlineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.linea
Linea