Cosa controllare nella lavatrice Whirlpool in presenza dell’errore F01.

L’errore F01 nella lavatrice a marchio Whirlpool, appartenente alla linea Wave, è originato da un difetto relativo all’acqua e nello specifico al caricamento della stessa.

Il comportamento a cui assistiamo, vede, dopo che è stato impostato il ciclo di lavaggio e dato l’avvio, il prolungarsi di una fase in cui la lavatrice resta senza far nulla per alcuni minuti, successivamente scatta l’errore F01. In questo frangente in cui è rimasta ferma, si sarebbe dovuto avviare il caricamento dell’acqua, che non si è verificato mandando la macchina in pausa ed accendendo, se c’è,  il led del rubinetto dell’ingresso dell’acqua.

In buona sostanza non è riuscita a caricare l’acqua e se il problema è relativo al rubinetto chiuso o ad una strozzatura sul tubo di carico, riaprendolo o eliminando la piega, la complicazione si risolve, altrimenti bisogna intervenire sugli elementi che sono responsabili del carico dell’acqua o della sua gestione, per stabilire quale non sta funzionato correttamente.

Prima di entrare nello specifico degli elementi che dovranno essere oggetto della verifica è necessario precisare che tale errore si può presentare anche con l’acqua all’interno del cestello, quindi la condizione precedentemente descritta non si verifica. La lavatrice dopo l’avvio del programma carica correttamente l’acqua, ma durante il lavaggio sul display compare l’errore F01.

Pertanto in presenza dell’errore dobbiamo distinguere, per concentrarci sugli elementi che possono essere interessati da un malfunzionamento, se l’acqua non è stata caricata o se all’interno del cestello c’è.

Nel primo caso l’elemento da controllare è l’elettrovalvola, anche se prima di tutto dobbiamo sincerarci che non ci sia una strozzatura sul tubo di carico, questa non consentirebbe il passaggio dell’acqua e conseguentemente restituirebbe l’errore.

Dell’elettrovalvola bisogna verificare se il connettore è correttamente innestato e se innesta bene, se viene alimentata nel momento in cui deve entrare in funzione ed infine s’è funzionante. L’alimentazione possiamo verificarla con un tester, opportunamente posizionato sulla scala dei volt (750 in corrente alternata), ricordiamo che questo è un intervento che vede la presenza di corrente elettrica, pertanto pericoloso e da non eseguirsi se non si possiedono delle competenze specifiche. Posizionando i puntali sui due innesti dobbiamo ravvisare l’arrivo della corrente, quindi sul display del tester appare la tensione, normalmente 220/230 volt.

Nel secondo caso, potrebbe essere un problema relativo al pressostato o un difetto di funzionamento dell’elettrovalvola. In entrambi i casi verificare i cablaggi e i connettori. Per quanto riguarda il pressostato non abbiamo la possibilità di verificarne la taratura, pertanto dovremo sostituirlo. Inoltre il difetto potrebbe essere riconducibile ad una anomalia alla trappola dell’aria, o al verificarsi di un effetto sifone.

Infine è opportuno ricordare e precisare che se tutte le verifiche sono state eseguite senza riscontrare nessun difetto, l’errore è sempre riconducibile ad un malfunzionamento della scheda elettronica.

Come ultimo tentativo si procede smontandola ed eseguendo in prima battuta un controllo visivo dei componenti elettrici, ce ne potrebbe essere qualcuno bruciato, e successivamente testando quelli che possono essere verificati.
Ultima pubblicazione: 18/12/2019
Condividi su FacebookCondividi su TwitterCondividi su RedditCondividi su WhathsappCondividi tramite email

 
 

Non hai trovato cosa cercavi? Suggerisci, commenta o aggiungi qualcosa: compila il modulo.

 
supporto
Ho letto ed accetto la privacy policy
 
 
Articoli correlati:
 
Immagine rappresentativa articolo.
Subito dopo il termine di un lavaggio ad alta temperatura aprendo l'oblò della lavatrice può capitare di vedere del fumo, in pratica del vapore acqueo generatosi con calore. Il fumo in questi casi si dissolve subito e soprattutto non genera nessun tipo di odore. Se invece il fumo è accompagnato da un odore acre significa che qualcosa non sta andando bene! Vediamo cosa.
 
 
Immagine rappresentativa articolo.
Rappresentano una sintesi di ergonomia, precisione e prestigio del "German design". Cruscotto per una perfetta visibilità, manopole ergonomiche e pulsanti di facile scelta.
 
 
Immagine rappresentativa articolo.
Abituati da sempre a lavatrici con il cestello in acciaio inox e molto restii ad accettare qualsiasi altro materiale che non sia questi, si assiste molto spesso, nei negozi, nella fase di acquisto di una lavatrice, alla richiesta di volerne acquistare una con il cestello in acciaio inox.
 
 
Immagine rappresentativa articolo.
A tanti è capitato di vedere come è fatta una lavatrice al suo interno ed in particolar modo di soffermarsi su come il motore è collegato alla crociera. Il motore è posizionato nella parte bassa del telaio, e da una sua estremità sporge l’albero al quale si aggancia la cinghia che a sua volta si collega alla crociera.
 
 
Immagine rappresentativa articolo.
Può capitare presto o tardi nell’utilizzo quotidiano della nostra lavatrice, che ad un non determinato punto del programma, sul display, compaia un codice, solitamente un numero preceduto da una lettera, che sta ad indicare uno svolgimento del suo funzionamento non corretto, che si può concludere in un blocco del ciclo di lavaggio.
 
 
Immagine rappresentativa articolo.
Il nemico numero uno per la lavatrice, ma questo vale anche per la lavastoviglie, ed in generale per tutti gli elettrodomestici che vengono a contatto con l’acqua, è il calcare, che inesorabilmente dai primi utilizzi dell’apparecchio inizia la sua azione di deposito su alcuni componenti.
 

Linea
lineaPrivacy PolicylineaCookie PolicylineaDisclaimerlineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.linea
Linea