Icona accesso.
 
 
 
 
 
 

Verifica e sostituzione resistenza inferiore del forno elettrico.

In caso di mancato riscaldamento del forno una delle cause, che lo può determinare, è riconducibile ad una rottura della resistenza di riscaldamento, che non può essere riparata ma deve essere sostituita.

Prima di capire come agire praticamente per la sua sostituzione è necessario dire che nel forno non c’è solo la resistenza inferiore, di cui ci stiamo occupando in questo articolo, ma può esserci anche quella circolare e certamente quella superiore.

Il mancato riscaldamento, può essere anche imputabile ad un guasto del commutatore, che non manda la corrente alla resistenza. Se invece siamo certi che questi funzioni correttamente, per stabilire se a non funzionare è quella superiore o inferiore possiamo procedere in modo empirico. Accendiamo il forno sulla posizione statico, il che prevede l’attivarsi di entrambe le resistenze, per 2 o 3 secondi, il tempo deve essere veramente pochissimo, in quanto subito dopo averlo spento, dobbiamo toccare con una mano prima l’una e poi l’altra resistenza. Nel farlo ci potremmo scottare, pertanto prima di toccarla la sfioriamo, quella che non emette calore non funziona. Prima di toccarla stacchiamo anche l’alimentazione elettrica.

Per completezza di informazione è necessario dire che una resistenza non funzionante, potrebbe anche emettere calore, dare l’impressione di funzionare, ma ad una certa temperatura avere una dispersione, che può far saltare la corrente e rendere il forno inutilizzabile, anche in questo caso è necessario sostituirla.

Se il forno è inserito nel mobile della cucina è necessario estrarlo, non è possibile lavorare sul forno all’interno del mobile.

Una volta estratto poggiamolo su una superficie piatta, possibilmente su un tavolo, un banco, una struttura che ci consente di lavorare in modo comodo. Dobbiamo svitare tutte le viti che sono presenti lungo il perimetro del pannello in alluminio che chiudono il forno posteriormente. Togliamo il pannello ed abbiamo accesso ad entrambe le resistenza, in questo caso ci focalizziamo su quella inferiore.

Pannello posteriore forno.

Ora dobbiamo piegare il forno sul davanti, sul vetro, in modo da poter accedere alla parte inferiore, dove c’è la resistenza. Per evitare di rovinarlo mettiamo un panno, così da poggiarvelo sopra.

Prima di andare avanti scattiamo una foto al collegamento della resistenza, difatti possono essere presenti più fili, ognuno dei quali andrà inserito nel giusto faston; la foto ci servirà per ricordarci la posizione corretta quando dovremo ricollegarli alla resistenza nuova.

Foto resistenza forno.

Smontiamo il pannello in alluminio inferiore, che in questa posizione ora lo ritroviamo di fronte, tolto il pannello spostiamo il materiale isolante ed ancora il foglio di alluminio che isola la resistenza dal contatto diretto con l’isolante.

Estrazion resistenza inferiore.

Ora non ci resta che sganciare i fili della resistenza e svitare le viti che la fisano al telaio. Una volta estratta possiamo eseguire un verifica con il tester, che ci consente di capire se è presente una interruzione o una dispersione, che comunque potrebbe non essere rilevabile ma uscire fuori solo a resistenza calda.

Con il tester sulla posizione dei 200 Ω, poggiamo i puntali rispettivamente sui faston esterni, se il tester non cambia valore, resta su 1 la resistenza è interrotta, quindi siamo certi che non è funzionante, al contrario se è funzionante restituirà un valore a display, che può essere diverso in base al modello di resistenza. Eseguiamo la stessa prova tra i due faston centrali. Per verificare se c’è una dispersione dobbiamo posizionare, preferibilmente il tester su buzzer, ed un puntale su un faston e l’altro sulla carcassa della resistenza che stiamo verificando. Se il valore cambia non è funzionante, se non viene restituita continuità significa che non c’è dispersione o perlomeno non c’è a freddo.

Appurato le condizioni della resistenza procediamo al montaggio agendo in senso inverso, ovvero non ci resta che rimontare tutto come in precedenza.
 
Condividi su FacebookCondividi su TwitterCondividi su RedditCondividi su WhathsappCondividi tramite email
 

 
 
 
 
 
 
 

Non hai trovato cosa cercavi? Suggerisci, commenta o aggiungi qualcosa: compila il modulo.

supporto
 
 
Altri articoli che ti potrebbero interessarti:
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Il consumo di elettricità dei forni costituisce una parte importante del consumo totale europeo di elettricità. Il legislatore in virtù del progresso della tecnologia negli ultimi anni ha considerato necessario l’introduzione di una nuova etichettatura energetica.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Se improvvisamente il forno elettrico che ha sempre funzionato correttamente fino alla volta precedente non funziona più, ci può essere un problema sia di natura tecnica ma anche un semplice problema di impostazione.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Potremmo avere necessità di togliere il piano cottura da incasso dalla cucina, magari per eseguire una riparazione oppure per sostituirlo con uno nuovo. In ogni caso per toglierlo dobbiamo rimuovere dei fermi che lo tengono bloccano al top.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

La maggior parte dei forni delle cucine sono alimentati elettricamente e possiedono una manopola o in modelli più elaborati dei display digitali che consentono di impostare la temperatura. Indipendentemente dal tipo di impostazione, una volta stabilita, un termostato è in grado di regolarla e di mantenerla costante per tutta la durata della cottura.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Con il passare del tempo ci si può trovare nella condizione in cui i fuochi a gas del piano cottura o della cucina di libera installazione non funzionino più correttamente, ovvero si accendono ma l’intensità della fiamma è bassa.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Indispensabile in ogni cucina per eliminare i cattivi odori ed i vapori generati durante la preparazione dei nostri pasti, è la cappa.
 
 
 
 
 
 
 

 
Linea
 
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy lineaDisclaimerlineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.linea
Linea