Icona accesso.
 
 
 
 
 
 

Freezer a pozzetto e congelatore verticale: tecnoligia di raffreddamento


Differenza tra congelatore a pozzo e verticale

Cosa trovi in questo articolo:

  1. Struttura e capienza congelatore a cassetti;
  2. Struttura e capienza congelatore a pozzetto;
  3. Capacità netta e lorda;
  4. Vantaggi e svantaggi congelatore a pozzetto e a cassetti;
  5. Tecnologie di raffreddamento;
  6. Temperatura e stelle del congelatore;
  7. Temperatura e spie del congelatore
  8. Isolamento del congelatore;
  9. Efficienza energetica: energy label;
  10. Quando sbrinare il congelatore;
  11. Domande poste dai consumatori;
  12. Commenti per chiedere informazioni.

 


In base alla struttura possiamo distinguere due grandi famiglie di congelatori, e, nello specifico, congelatori a cassetti o definiti anche verticali e congelatori a pozzetto. All’interno di queste due categorie troviamo delle varianti in termini di dimensioni e di caratteristiche specifiche a seconda del produttore ed una differenza sostanziale nel sistema di raffreddamento, ma procediamo per gradi andando ad identificare le due categorie indicate.

Congelatore a cassetti

Esteticamente è uguale al frigorifero mono porta, un mobile con un solo sportello con maniglia centrale. A differenza del frigorifero, all'interno ci sono una serie di cassetti, adibiti al contenimento degli alimenti, che scivolano su delle guide per essere estratte e reinseriti all'interno. In alcuni casi al posto del cassetto estraibile ci può essere una ribaltina che abbassandolo consente di operare su uno specifico ripiano, dove la griglia attraverso la quale passa il gas refrigerante funge da base per poggiare gli alimenti. Altri modelli dispongono di una combinazione di cassetti e scomparti con la ribaltina. La scelta del miglior congelatore è con tutti cassetti estraibili, in quando permettono una gestione ottimale degli alimenti al suo interno. Tutti i cibi messi al suo interno, una volta estratto il cassetto potranno essere trovati molto facilmente, cosa diversa invece se si trovano infilati all'interno è dobbiamo gestirli tenendo lo sportello aperto spostando quelli più immediatamente vicini per accedere a quelli dietro. Nella linea a cassetti è possibile trovare qualche modello da incasso, ma la maggior parte sono quelli di libera installazione.

Capienza freezer verticale

La capienza dei freezer a colonna può variare dagli 80 litri fino a raggiungere i 350 litri. Più il congelatore è capiente maggiore sono le sue dimensioni. Si passa da modelli con un'altezza di 85 cm fino a raggiungere i 180 cm. Anche il numero di cassetti varia in relazione alla grandezza da un minimo di tre, nei più piccoli, fino anche sei, sette o di più nei modelli più grandi. La larghezza, nella maggio parte dei casi rimane nella misura standard di 60 cm nei modelli più alti, mentre possiamo trovare una larghezza di 50 o 55 cm nel basso litraggio, per intenderci i modelli massimo fino ad 85 cm di altezza.

Congelatore a pozzetto

Il congelatore a pozzetto è quello più comunemente usato e diffuso nelle nostre case. Ha la forma di una cassa, sembra un baule, ed in effetti proprio come esso ha uno sportello nella parte superiore che aprendolo consente di accedere alla cella dove riporre gli alimenti. Rispetto al modello a colonna, sul mercato sono disponibili molti più modelli, ogni produttore ne ha in produzione più di uno, questo ci consente una scelta di litraggio molto vasta.

Capienza freezer pozzetto

La capienza è direttamente proporzionale alle dimensioni, difatti più è grande, ingombrante, e maggiore sarà la capacità di contenere degli alimenti. I modelli più piccoli dispongono di una capacità intorno ai 100 litri, fino a raggiungere capienza veramente importati, per conservare grandi quantità di cibo, parliamo di modelli intorno ai 500 litri , ideali per famiglie numerose. La disponibilità di colori è limitata al colore bianco, che in alcuni casi può essere leggermente più tendente al bianco sporco, ma fondamentalmente il colore bianco la fa da padrone. Qualche hanno orsono venivano commercializzati modelli teak, color legno, che ora non vengono più prodotti.

Congelatore capacità netta o lorda

Prima di passare al sistema di raffreddamento è doveroso fare una precisazione su i litri, che vale sia per i modelli a cassetto che a pozzetto, difatti c'è un po’ di confusione tra la capacità netta e la capacità lorda, che nelle indicazioni di vendita non viene precisata. A tal proposito per essere certi della capacità netta il dato può essere tratto dalla scheda di efficienza energetica. Vi rimando alla lettura dell'articolo di approfondimento "Frigorifero e congelatore differenza tra litri lordi e netti".

Vantaggi e svantaggi congelatore a cassetti e a pozzetto

Premettendo che in entrambe le tipologie non ci sono differenze in termini di capacità di congelamento, consumi ed altro, se non quelle legate alle specifiche del singolo modello. Palese che se c'è un congelatore a 3 stelle rispetto ad uno a 4 stelle indipendentemente dalla tipologia avrà delle prestazioni diverse.

Il vantaggio del freezer a cassetti è quello di poter organizzare al meglio gli alimenti all'interno di ogni singolo cassetto. Si possono ad esempio suddividere per tipologia di alimenti o in base ad altre esigenze specifiche. Gli alimenti possono essere facilmente catalogati e divisi. Anche nella gestione pratica sarà molto più semplice raggiungere tutti i punti del cassetto ed avere facilità visiva nell'individuare tutto ciò che si trova all'interno di ogni singolo cassetto. Trovare facilmente ciò che si sta cercando. Allo stesso modo presenta lo svantaggio che ogni alimento deve essere rapportato alla grandezza ed allo spazio disponibile ad ogni singolo cassetto. Ad esempio se dobbiamo conservare più cartoni di pizza in scatola, non potremo metterle in un cassetto dove sono presenti altri alimenti, magari dovremo metterne uno in uno e l'altro nell'altro cassetto. In altri casi ridurre il volume del conservato per riuscire ad infilarlo nello spazio disponibile. Se ben organizzati la capienza viene sfruttata quasi totalmente.

Il vantaggio del congelatore a pozzetto di contro è quello di poter disporre di uno spazio molto grande, non dovere ridimensionare gli alimenti ad una grandezza obbligata per poter essere contenuti. Giusto per fare un esempio se vogliamo mettere delle pizze in scatola, possiamo metterne una pila senza nessun problema. Lo svantaggio invece sta nella gestione degli alimenti, che essendo messi uno sull'altro, si perderanno all'interno e per trovarli potremo avere delle difficoltà e come minimo dovremo smuoverne più di uno per prendere quello che si trova in basso. Sebbene organizzati non riusciremo a riempire fino al bordo tutta la cella, pertanto non riusciremo a sfruttare la massimo la capienza.

Sistema di raffreddamento congelatore

In linea di massima le tecnologie utilizzate per il raffreddamento sono tre: statica, frost free, e no frost. Vediamo in grandi linee come funzionano e qual è il risultato diretto sugli alimenti e sulla manutenzione ordinaria del congelatore:

1) Raffreddamento statico, è il sistema classico, come nel frigorifero, il freddo si espande naturalmente all'interno della cella, attraverso le serpentine che sono presenti sul fondo del mobile o sotto i cassetti. La propagazione del freddo si diffonde equamente in tutta la cella. Questa tecnologia è soggetta alla formazione di brina sulle pareti, difatti ogni qualvolta il congelatore viene aperto entra dell'aria carica di umidità, che per effetto della condensazione, viene ceduta depositandosi su di esse e formando con il tempo uno strato di brina, che necessita di essere regolarmente.

2) Raffreddamento frost free, è una tecnologia più recente, ma vanta già circa un ventennio di storia, introdotta per prima da alcuni produttori, poi acquisita ed utilizzata anche da altri, ha la caratteristica di abbinare al sistema statico una valvola di espulsione dell’aria e della condensa, in modo tale da diminuire notevolmente la formazione di brina e rendere necessario lo sbrinamento molto più di rado, si parla di 1 volta ogni 5 anni. Il suo funzionamento è molto semplice, difatti tramite un condotto, nel momento in cui si apre lo sportello ed entra dell'aria carica di umidità, alla sua chiusura, una parte riesce ad essere espulsa all'esterno, ne consegue una minore permanenza di acqua all'interno della cella, conseguentemente meno brina.

3) Raffreddamento no frost, come per il frigorifero, l’aria a ventilazione forzata, viene trattata trattenendo l’umidità, all’interno del congelatore il freddo è secco e sulle pareti non si forma la brina, non c’è pertanto necessità si sbrinare, anche se vi è da dire che questo processo finché il congelatore è nuovo funziona perfettamente, ma con il trascorre del tempo si possono verificare delle "usure" che possono diminuire il processo e dare origine a brina o impaccature di ghiaccio.

Consigliamo anche la lettura: "Congelatore – Il Migliore, Verticale, a pozzetto a cassetti" dal sito casinamia.com.

Temperatura del congelatore e significato delle stelle

Il congelatore o freezer, a pozzetto o con i cassetti, ad uso domestico, riesce a raggiungere nella maggior parte dei casi la temperatura interna di circa - 30° C. I congelatori possono essere classificati in base alla temperatura che riescono a raggiungere in congelatori ad 1, 2, 3 o 4 stelle. Nella parte interna dello sportello del congelatore o sull’esterno, sono indicate con un’apposita simbologia il numero di stelle con cui è catalogato ed alle quali corrisponde una temperatura massima raggiunta. A tale temperature è associato un tempo massimo di conservazione degli alimenti in base alla loro tipologia. Nella tabella sotto riportata possiamo vedere la correlazione tra numero di stelle, temperatura e tempo di conservazione, con una ulteriore distinzione tra cibi freschi e surgelati.

Stelle
Tempi di conservazione
- °C
1 stella
Cibi surgelati 1 settimana
6
2 stelle
Cibi surgelati 1 mese
12
3 stelle
Cibi surgelati 1 anno
18
4 stelle
Cibi freschi e surgelati 1 anno
24/30

Impostazione temperatura del congelatore e controllo stato di funzionamento

Il congelatore è dotato di un quadro comandi posizionato sul cruscotto in quello verticale e sul mobile o sul coperchio in quello a pozzetto. Su di esso torviamo degli elementi, nello specifico:

1) Spia verde;
2) Spia rossa;
3) Termostato;
4) Pulsante;
5) Spia arancione.

Vediamo di capire cosa ci indicano, a cosa servono e come devono essere usati al meglio, ed una piccola precisazione finale per non andare in allarme se si dovesse verificare in una specifica situazione.

La spia verde non è altro che la spia di alimentazione, quando è accesa e lo deve essere sempre, ci dice che il congelatore è alimentato elettricamente e che tutto sta funzionando perfettamente. Non ci dobbiamo preoccupare di questa spia o lo dobbiamo fare se è spenta, cosa che potrebbe anche non essere un problema se si è fulminata la lampadina. Se riscontriamo che è spenta ma aprendo il congelatore gli alimenti sono congelati e sentiamo funzionare regolarmente il compressore stiamo tranquilli è solo la lampadina.

Quando non si tratta di essa, si accende la spia rossa, che indica che non c'è corrispondenza tra la temperatura impostata sul termostato e quella rilevata all'interno della cella. Dobbiamo correre ai ripari, controllare lo stato di tenuta degli alimenti, che se scongelati non potremo più ricongelare, se invece ancora lo sono spostarli in un altro congelatore e poi capire cosa non sta funzionando. Se ti trovi in questa circostanza vedi nella sezione riparazione congelatore se trovi la soluzione. Se non la trovi ed hai bisogno di aiuto apri una discussione nel forum.

Il termostato, che di norma è una rotellina con una numerazione che va da 0 fino a 5, ci possono essere delle variazioni a seconda del modello, sullo 0 spegne il congelatore, mentre sui vari numeri corrisponde ad una maggiore o minore capacità di raffreddamento, che ad ogni modo non scende mai al di sotto dei -18°C, ovvero -20°C, -21°C etc. Quel -18°C come indicato nel prospetto è il minimo per il mantenimento dei cibi. Il termostato su modelli elettronici indica precisamente i gradi, pertanto si avrà la possibilità di impostare i gradi per quanto si voglia precisamente.

Il pulsante attiva la congelazione rapida, ovvero non consente al motore di staccare, ma di funzionare continuamente per produrre il più freddo possibile e consentire la congelazione di quantità importanti di alimenti. La congelazione rapida si usa preventivamente. Ad esempio se sappiamo di dover congelare molti chili di alimenti, l'attiviamo prima in modo da far scendere la massimo la temperatura e consentire che i cibi nuovi introdotti si congelino subito e non comportino innalzamenti di temperatura all'interno della cella.

La spia arancione si accende nel momento in cui viene schiacciato il pulsante ed attiva la congelazione rapida, che permette un ulteriore abbassamento della temperatura, per sopperire al carico termico apportato dall'introduzione di un considerevole quantitativo di alimenti. Solitamente è una funzione utilizzata in via preventiva, nell’ipotesi in cui si ha e, si sa, di dover congelare molti alimenti a temperatura ambiente.

Per completezza di informazione bisogna dire che ci sono alcuni casi in cui la spia rossa non deve indurre in allarme, per l’esattezza questo si accende appena viene messo in funzione il congelatore nuovo, o quando viene riacceso dopo un periodo di inattività. In queste due circostanze si illuminano sia la spia verde che la rossa, ma con il passare delle ore, raggiungendo la temperatura impostata, la rossa si spegne.

isolamento del freezer

Il mercato, diversamente da quanto accadeva alcuni anni fa, propone dei congelatori dotati di un super isolamento, si è infatti passati da coibentazioni di un paio di centimetri a cinque e sei. La continua richiesta di prodotti a basso consumo e l'importanza di risparmiare energia elettrica ha fatto si che tutti i produttori si siano adoperati nella costruzione di prodotti qualitativamente superiori.

La maggior parte dei congelatori che si trovano nei negozi sono conformi a tali criteri di costruzione, apportano così, a favore del consumatore, dei graditi benefici, come la migliore conservazione dei cibi, un’elevata autonomia in caso di assenza di energia elettrica e consumi notevolmente ridotti (classe A+, A++ o A+++). Unica nota negativa del super isolamento è la perdita di spazio utile all'interno della cella, occupato dal maggiore spessore della parete di isolamento.

Come leggere l’energy label

I valori dei consumi così come altre caratteristiche tecniche possono essere facilmente riscontrati dalla lettura dell'energy label, dove sono riportate le classi energetiche. Nello specifico della tabella, dall’alto verso il basso abbiamo la classe di consumo energetico, il consumo annuo di corrente, il simbolo –L, che indica la non presenza di cella frigorifero, i litri del congelatore e la rumorosità espressa in decibel. In questo esempio di targhetta energetica possiamo riscontrare che siamo in presenza di un congelatore di classe F, che potrebbe farlo declassare nella nostra percezione come un prodotto di scarsa qualità. In realtà recentemente ovvero giorno 1 marzo 2021 è entrata in vigore la nuova catalogazione energetica, che ha rivisto le classi, in relazione ai miglioramenti ottenuti ed a quelli che si otterranno andando in avanti, rielaborandole. Il risultato è che congelatori che erano in classe A+ sono scesi per divenire dei classe F, ma il consumo è rimasto invariato. Per chi volesse approfondire può leggere l'articolo sul confronto di due targhette dello stesso prodotto (frigorifero ma vale anche per il congelatore) con la nuova e la vecchia catalogazione.

energy label frigorifero

Per avere maggiori dettagli su come è strutturata questa del congelatore sono disponibili nella pagina Energy label.

Sbrinamento congelatore quando farlo

Regolarmente ogni qual volta lo strato di brina supera i cinque o sei millimetri va effettuato lo sbrinamento della cella per garantire un perfetto funzionamento per una corretta congelazione. In questa fase non vanno utilizzati oggetti appuntiti per facilitare il distacco del ghiaccio dalle pareti, in quanto tale pratica potrebbe provocare una foratura del circuito frigorifero.

La procedura consiste nello scollegare il congelatore dalla rete elettrica ed attendere lo scioglimento del ghiaccio. Nel congelatore verticale defluisce verso il basso, dove c’è un piccolo canale per convogliare l’acqua in una direzione, magari verso una bacinella, mentre per il congelatore a pozzo sul fondo c’è un tappo che aperto da accesso ad un canale che permette di convogliare l’acqua verso l’esterno e raccoglierla in una bacinella. I congelatori a pozzo di bassa capienza, solitamente nei 100 litri, non sono dotati di questo drenaggio dell’acqua, che deve essere raccolta manualmente, magari con l’ausilio di una panno assorbente.

 
Condividi su FacebookCondividi su TwitterCondividi su RedditCondividi su WhathsappCondividi tramite email
 

 
 
 
 
 
 
Commenti recenti
Icona regione.
Rick da Roma giorno 20/01/2022
Dovrei comprare un nuovo frigo con congelatore da incasso. Dovrebbe essere con le misure del Whirlpool ARB 526/G/WP. Potresti consigliarmi qualche modello?
 
Icona elettro-domestici.com
 
Buongiorno Rick, in questa discussione sono indicati dei modelli.

Se non hai trovato quello che cercavi, se vuoi suggerire, commentare o aggiungere qualcosa compila il modulo.

supporto
 
 
Altri articoli che ti potrebbero interessarti:
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Il frigorifero da incasso, come abbiamo visto in articoli precedenti può essere di tipologia differente, ovvero un doppia porta, un mono porta o un combinato. Ognuno di essi a delle misure standard per categoria di appartenenza e per modello, pertanto nello standard ci sono differenti misure, che rendono ogni modello adatto ad essere inserito in uno mobile da incasso oppure no.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Abbiamo già parlato in un altro articolo, relativo allo spessore delle pareti del congelatore, del tempo di risalita, ma in questa redazione vogliamo approfondire ulteriormente l’argomento ed analizzare gli elettrodomestici che ne possono essere interessati.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

In altri articoli abbiamo trattato l’argomento relativo alle misure dei frigoriferi da incasso doppia porta, combinati e mono porta nello specifico i modelli sotto piano o sotto tavolo, ovvero quelli con un’altezza inferiore ai 90 cm.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Tra le diverse tecnologie per la congelazione, quando si parla di congelatore a pozzetto, oltre alla forma classica ed a quella no frost, da alcuni anni si sente parlare di “Low Frost”, che tradotto in una espressione italiana significa “poco ghiaccio”.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Crediamo sia capitato a molti di avere qualche difficoltà nella scelta del congelatore, in particolar modo nell’identificazione della struttura più adeguata alla gestione degli alimenti al suo interno. La scelta deve essere effettuata tra il congelatore verticale ed il congelatore a pozzo.
 
 
Spazio trasparente.
Immagine rappresentativa articolo.

Un aspetto molto importante nella scelta di un congelatore, parliamo di congelatori verticali, quindi con i cassetti e di congelatori orizzontali, definiti più comunemente a pozzo, è la qualità dell’isolamento.
 
 
 
 
 
 
 

 
Linea
 
lineaPrivacy Policy lineaCookie Policy lineaDisclaimerlineacanale you tubelineaFan Page FacebooklineaCopiright.linea
Linea